Coronavirus, rinviata la tappa di Livorno di Giocagin

Slitta l'appuntamento di domenica 1 marzo alla palestra Bastia: ancora da decidere la nuova data

Slitta la tappa livornese del Giocagin 2020. La manifestazione, che avrebbe dovuto tenersi domenica 1 marzo alla palestra Bastia, è stata rinviata a data da destinarsi dal comitato Uisp delle Terre Etrusco-Labroniche a causa dell'emergenza Coronavirus che sta attraversando in questi giorni l'Italia e la Toscana. La sospensione delle attività è giunta a scopo precauzionale per evitare assembramenti di numerose persone all'interno di un luogo chiuso. La manifestazione, che toccherà oltre 50 città e che quest'anno omaggia lo scrittore, pedagogista e giornalista Gianni Rodari, ha già fatto tappa a Rosignano lo scorso 22 febbraio alla palestra Picchi, dove si sono tenute esibizioni di ginnastica, danza, slackline, tessuti aerei, AFA e pattinaggio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Coronavirus, annullato Giogagin a Livorno

Un'iniziativa di sport che si unisce alla beneficenza: il ricavato di Giocagin è infatti destinato ad aiutare i bambini che vivono nei campi profughi del Libano. In particolare, servirà a sostenere la Ghassan Kanafani Cultural Foundation per completare le procedure di acquisto del minibus che servirà per trasportare i bimbi con disabilità. La Ghassan Kanafani, inoltre, organizzerà un'edizione speciale di Giocagin nel campo di Ain El Helwe (Sidone), che ospita circa 60mila rifugiati palestinesi registrati a cui si sono aggiunte dal 2011 numerose famiglie siriane, fino ad arrivare ad un numero totale di abitanti che sfiora i 120mila. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Livorno, morto il primo paziente risultato positivo al Covid-19: aveva 55 anni, era ricoverato da 25 giorni

  • Coronavirus Livorno, file ordinate ai supermercati e spesa a domicilio: ecco i negozi che consegnano a casa

  • Coronavirus, è morto Paolo D’Ercole: ex portiere di calcio e dipendente Aamps, aveva 69 anni

  • Coronavirus: 12 nuovi positivi a Livorno, 224 in Toscana. Il bollettino di venerdì 27 marzo

  • Coronavirus: un morto e 10 nuovi casi positivi tra Livorno e provincia, 184 in Toscana. Il bollettino di lunedì 23 marzo

  • Coronavirus: nono decesso e 22 nuovi casi positivi tra Livorno e provincia, 238 in Toscana. Il bollettino di martedì 24 marzo

Torna su
LivornoToday è in caricamento