rotate-mobile
Basket

Basket Serie B | Libertas carica contro Pavia al PalaMacchia: il 'bel peso' di essere la favorita del campionato

Alle 18 la prima palla a due per i ragazzi di Andreazza: “Vedo lo spirito giusto, siamo un bel gruppo”. E capitan Forti chiama i tifosi a raccolta: “Lotteremo su ogni pallone”

L’attesa è finita: oggi alle 18 scatta la prima palla a due del campionato della Libertas Livorno 1947, pronta a ricevere Omnia Pavia al PalaMacchia. Inutile girarci intorno: gli amaranto partono con i favori del pronostico. Di questo ne è ben consapevole coach Marco Andreazza. "Partire da favoriti è un peso positivo: tutti gli allenatori vorrebbero avere squadre e società solide e ambiziose, è uno stimolo a far bene. Siamo partiti con il piede giusto e sono soddisfatto del lavoro fatto in questo precampionato: pur essendo nuovi per 8 decimi, lo spirito visto è quello che chiedo e su diversi aspetti siamo già avanti. Le partite di Supercoppa ci sono servite per acquisire il ritmo partita, con gare vere per testare i progressi".

La Libertas ha inserito giocatori di qualità, ma anche uomini veri. "Molti li ho già avuti in passato e so che persone siano: tutti hanno sposato il progetto Libertas e l’aspetto umano viene prima del fattore tecnico, perché è nei momenti di difficoltà che si possono vincere i campionati restando compatti". Sensazioni a poche ore dalla palla a due? "Gli anni di riforma dei campionati sono strani. C’è l’obbligo di stare tra le prime quattro per mantenere la B e provare a fare il salto attraverso i playoff, ma non saremo i soli a puntare in alto. Sarà un campionato equilibrato: per il debutto con Pavia ci sarà anche l’incognita della prima giornata di campionato e quella legata a come loro si presenteranno come roster. Noi però siamo pronti e carichi, anche perché per ambire al vertice dobbiamo crescere domenica dopo domenica".

Il ritorno al PalaMacchia e i mitici anni Ottanta: "Avere i tifosi più vicini ci darà una spinta in più"

Si torna al PalaMacchia e la mente fa un salto indietro ai mitici anni Ottanta. "Un amarcord importante per i tifosi livornesi. Averli più vicini e raccolti potrà essere un fattore in più per spingere la squadra verso gli obiettivi che ci siamo prefissati". Carico a mille anche il capitano, Francesco Forti, pronto a trascinare ancora la sua Libertas. "Anche i 'gufi' ci danno favoriti ed è bello avere una responsabilità così grande. Sappiamo che tutti contro di noi daranno il massimo per 'ammazzare' la grande Libertas. Questo per noi deve essere un motivo di orgoglio, abbiamo un roster importante e dobbiamo cercare di avere continuità per tutta la stagione".

Una Libertas a forte impronta labronica. "L'avere tanti livornesi in squadra ci aiuterà ad avvicinare ancora più tifosi, come abbiamo visto nel derby di Supercoppa dove abbiamo assistito a una curva molto rinnovata. Deve essere un punto di forza in più per noi, con uno spirito marcatamente livornese e battagliero". Una promessa ai tifosi? "C’è voglia di vincere, senza se e senza ma. Vorrei che la gente venisse a vederci allenare, con quale intensità e qualità, con quale grinta. La cosa certa è che, indipendentemente dal risultato, i nostri tifosi non vedranno mai nessuno arrendersi o non buttarsi su una palla fino alla sirena finale".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Basket Serie B | Libertas carica contro Pavia al PalaMacchia: il 'bel peso' di essere la favorita del campionato

LivornoToday è in caricamento