rotate-mobile
Mercoledì, 8 Febbraio 2023
Basket

Basket B | La Libertas piega la Sangiorgese e si qualifica per la Coppa Italia, Andreazza: "Bravi a soffrire e a colpire quando serviva"

Gli amaranto al PalaMacchia hanno avuto la meglio sulla formazione ospite che comunque è rimasta in partita fino alla fine, grazie a questa vittoria insieme a Vigevano parteciperà alla Final Eight

Con un filo di voce, Marco Andreazza si è presentato davanti ai microfoni al termine di una sfida, quella tra la sua Libertas e la Sangiorgese, che ha regalato tonnellate di emozioni al popolo libertassino. "Sono molto soddisfatto – ha sottolineato il tecnico veneto – perché alla vigilia avevo detto che avremmo affrontato una squadra molto forte, ben costruita e ben allenata. E lo abbiamo visto direttamente, siamo stati bravi perché abbiamo saputo soffrire ancora una volta e nel momento in cui dovevamo fare le giocate di qualità, queste sono arrivate puntuali. Secondo me abbiamo probabilmente rinunciato a qualche tiro di troppo, ma lo sforzo difensivo per lasciare squadre così a 53 punti è stato immenso. Alla fine devo dire che sono contento perché nel momento in cui i palloni contavano non abbiamo sbagliato niente".

Basket serie B | Langhe Roero-Pielle Livorno 70-102: biancoblù travolgenti contro l'ultima in classifica

E nel finale è arrivata anche la piacevole sorpresa della qualificazione alla Coppa Italia, con Vigevano che negli ultimissimi minuti ha gettato al vento la partita con Omegna. Morale della favola, tre squadre a pari punti in testa al campionato, ma per la differenza canestri negli scontri diretti prima Vigevano, seconda Libertas e terza Pielle, esclusa così dalla competizione. "La Coppa Italia ha una formula strana e ci costringerà a fare una partita infrasettimanale a Orzinuovi, non proprio dietro l’angolo. Dobbiamo farci trovare pronti perché è un obiettivo importante e vogliamo onorarlo, intanto perché ci misureremo contro una squadra forte e poi perché in caso di vittoria andremmo alle final four di Roseto. Detto ciò, se fosse confermata la gara del 28 gennaio, dopo tre giorni avremo una partita in casa con Borgomanero, una squadra che spicca per fisicità e atletismo. Ora però pensiamo a recuperare in vista della trasferta di Pavia".

Il coach amaranto: "Ora testa a Pavia, una sfida da preparare bene perché vogliamo andare a vincerla"

Andreazza è poi tornato sulla sconfitta di Omegna, togliendosi qualche sassolino dalle scarpe. "Sono andati a vincere a Vigevano a testimonianza di quello che dicevo. Eravamo stati criticati, anche giustamente, per la sconfitta di Omegna, ma poi loro sono andati a vincere sul parquet della capolista. Vorrei dire a chi sputa sentenze e vuole fare il solone del foro, di predicare calma. La squadra è stata compatta, brava, ci teniamo questa bella vittoria, la soddisfazione di giocarci una partita importante contro Orzinuovi, ma in mezzo c’è Pavia e dobbiamo prepararci a questa perché vogliamo andare a vincere". 

Migliori in campo per dispersione Fantoni (19 punti e 14 rimbalzi) e Fratto (16 punti e altrettanti palloni arpionati): eppure i lunghi non sono stati serviti adeguatamente e con continuità. "Abbiamo avuto un problema di spaziature, l’area era spesso ingombrata e quindi abbiamo dovuto cambiare qualcosa rispetto al nostro modo di giocare. Non dimentichiamoci che loro avevano Toso e Pesenato sotto i tabelloni, due giocatori poco reclamizzati ma dal grande tonnellaggio. Se gli esterni perdono un secondo di troppo, il passaggio sotto non è più possibile. Per questo avevo chiesto di velocizzare le scelte e di cambiare le spaziature, mosse che hanno comunque pagato perché hanno liberato gli esterni per tiri aperti che prima non arrivavano. Sono molto soddisfatto". Testa dunque a Pavia, ben sapendo che la Libertas non avrà vita facile come all’andata, quando i ragazzi di Andreazza vinsero al debutto per 87-46 con ben 6 uomini in doppia cifra.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Basket B | La Libertas piega la Sangiorgese e si qualifica per la Coppa Italia, Andreazza: "Bravi a soffrire e a colpire quando serviva"

LivornoToday è in caricamento