rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024

Basket, playoff serie B | Libertas, serata magica nel nome di Vaiani. "Vinto come insegnava Manrico, pensando prima e meglio". VIDEO

Il coach amaranto ricorda il compianto allenatore del basket livornese: "Allenava ragazzini di 14-15 anni e mi rimase impressa quella frase. Stasera abbiamo usato la testa, ma anche la tecnica"

ISCRIVITI AL CANALE WHATSAPP DI LIVORNOTODAY

Testa, cuore, carattere da vendere e una dedica speciale a Manrico Vaiani, prematuramente scomparso lunedì scorso 13 maggio e che è stato ricordato a lungo da tutto il popolo libertassino. Compreso coach Marco Andreazza, che commentando la splendida vittoria su Faenza e la conquista della semifinale ha rammentato una scena che gli è rimasta impressa appena arrivato a Livorno. "Assistendo a un allenamento del grande Manrico – ha detto il coach della Akern Libertas Livorno –, penso con ragazzini di 14-15 anni, mi è rimasta impressa una frase che ripeteva spesso: ‘pensare prima, pensare meglio’. Questa sera abbiamo pensato prima e pensato meglio: abbiamo vinto di testa ma anche con un pochino di tecnica, perché siamo stati bravi a penetrare sotto canestro. Adesso però bisogna resettare perché con Jesi sarà una serie completamente diversa".

Pielle e Libertas in semifinale: le date e gli orari delle partite 

Un accenno anche all’arbitraggio. "Non mi voglio dilungare, ma i miei giocatori più esperti sono stati trattati come ragazzini di 13 anni, il metro arbitrale è cambiato sette volte nel corso della partita e ci hanno fischiato dei falli inventati. In previsioni della serie di semifinale, e speriamo della finale, è necessario rivedere un pochino l’operato della classe arbitrale per dare uniformità nel corso della partita, abbassando anche un pochino i toni in campo. Detto questo, complimenti a Faenza e anche a noi, ora è il momento della festa".

Basket, playoff serie B | Akern Libertas Livorno - Blacks Faenza

Umore nero, invece, per coach Gigi Garelli: la sua Faenza stavolta non è riuscita ad imbrigliare Fantoni e compagni. "L’approccio è stato troppo morbido - attacca il tecnico dei Raggisolaris -, abbiamo speso molto per arrivare a gara 5, ma abbiamo fatto un primo tempo che è stata la fotocopia di gara 1. Probabilmente la tensione ha giocato un brutto scherzo, merito anche della Libertas che ci ha aggredito subito. Abbiamo sbagliato su entrambi i lati del campo, ma soprattutto in difesa non abbiamo fatto bene. Eravamo rientrati a -8 e palla in mano, poi abbiamo lasciato quel tiro da tre a Lucarelli che ha chiuso la partita. Sapevamo che sarebbe stata difficile, ma mi aspettavo un approccio mentale più duro da parte dei miei ragazzi". In chiusura Garelli ha voluto spendere qualche parola per Amos Ricci. "È rimasto l’unico giocatore della mia gestione e stasera ha fatto il Ricci, con una consistenza assurda su entrambi i lato del campo. Ma tutta la Libertas ha giocato in maniera dura, ha giustamente preso il largo e non siamo riusciti a rientrare".

Video popolari

Basket, playoff serie B | Libertas, serata magica nel nome di Vaiani. "Vinto come insegnava Manrico, pensando prima e meglio". VIDEO

LivornoToday è in caricamento