Domenica, 14 Luglio 2024
Basket

Basket | Libertas in A2, il discorso motivazionale del presidente Consigli prima della finale: "Portate in campo il vostro amore per Livorno"

Ecco come il numero uno della società amaranto ha parlato alla squadra prima di salire sul pullman per il PalaMaggetti: "Non import da dove venite, stasera siete tutti livornesi come me, Tommy e Gamba e nessuno ne avrà più di noi"

La serie incredibile di bombe di Allinei, quella di Fratto sulla sirena del terzo quarto, le due di Saccaggi negli ultimi 10' che mettono il sigillo sulla finale. E ancora la presenza - devastante - di Fantoni sotto canestro, l'estro di Tozzi, la grinta di Ricci, le scorribande di Williams e Bargnesi e i 216cm di Dorin Bica che danno sempre noia. Con Lucarelli e Terenzi che si agitano e fanno il tifo tra panchina e bordo campo insieme ai giovani Madeo e Vicenzini. C'è tutto questo nel successo della Libertas Livorno in una splendida gara 5 di finale playoff nella quale i ragazzi di Andreazza hanno conquistato con ampio merito la promozione in A2. Un trionfo arrivato al culmine di un campionato ai vertici e di una post season a livelli di intensità pazzeschi, dove, oltre al talento e alla forza fisica del roster amaranto, a fare la differenza è stata la determinazione di un gruppo solido e coeso.

Libertas, la promozione in A2 è una capolavoro di famiglia: i segreti e i protagonisti del successo amaranto. VIDEO

Una grande famiglia - a proposita, oggi sarà il giorno degli onori del sindaco Luca Salvetti e domani, in Fortezza Vecchia, la festa con i tifosi - nella quale ognuno porta il proprio contributo, a partire dal presidente Roberto Consigli che, prima della partita decisiva, ha voluto parlare alla squadra chiedendo ai suoi ragazzi di tirare fuori, oltre alle proprie, una motivazione in più per dare il massimo: "Portate in campo il vostro amore per Livorno e per questo club, nessuno ne avrà più di noi". Parole che evidentemente hanno toccato il cuore dei giocatori, scesi in campo a Roseto davvero con qualcosa in più degli avversari.

Libertas promossa in A2, gli amaranto ricevuti in Comune dal sindaco

"Pensate all'immagine di Livorno che amate di più e portatela con voi: nessuno ne avrà più di noi"

A raccontare il retroscena è lo stesso Consigli: "Prima della partita ho parlato alla squadra, è giusto che si sappia che cosa ci siamo detti". E, presto, lo si vedrà anche nella docu-serie di Silvio Laccetti e Stefano Blois, "Livorno A due", sulla rivalità tra Libertas e Pielle e la storia del basket livornese. Parole che Consigli ha condiviso anche su Facebook a risultato già acquisito, come riportiamo integralmente qui sotto:

"Cari ragazzi siete davvero fortunati a poter giocare questa partita, tutti vorrebbero giocarla, giocatori e non, molti non ci riusciranno in una vita intera, voi siete più fortunati perché non solo la giocherete ma rappresentate un popolo intero che vi ama. Adesso io non so dirvi se vinceremo o perderemo, ma so che daremo il massimo ed anche di più. Ciascuno con le sue motivazioni, chi giocherà perché è un agonista che anela semplicemente la vittoria, chi giocherà per la famiglia, chi per gli amici, chi per la carriera, è normale che sia così. Tuttavia io vorrei che stasera voi portaste in campo qualcosa in più, io vorrei che portaste il vostro amore per la nostra città e per questo club Che tu sia venuto da Fano, da Montebelluna, from Amersfoort where the tulips grow, da Pesaro o da Carrara tu stasera sei livornese, come me come Tommy come Gamba, siamo tutti livornesi. Ed allora stasera con noi scendono in campo i 4 mori, c'è la terrazza Mascagni, ci sono le onde del nostro bel mare che si infrangono sugli scogli di Calafuria, c'è il castel Boccale, pensate all'immagine di Livorno che amate di più e portatela con voi stasera E nessuno potrà averne più di noi. Usciamo e giochiamo insieme uniti come non mai".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Basket | Libertas in A2, il discorso motivazionale del presidente Consigli prima della finale: "Portate in campo il vostro amore per Livorno"
LivornoToday è in caricamento