rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024
Basket

Basket livornese in lutto, addio al coach-professore Manrico Vaiani: "Ciao maestro, ci mancherai"

Specialista in promozioni, ha allenato centinaia di atleti e ragazzi: "Tutta la pallacanestro ti ringrazia, fai buon viaggio"

I suoi insegnamenti hanno forgiato tantissimi studenti e giocatori di basket. Impossibile non stare ad ascoltare le sue lezioni che fossero nella palestra di una scuola o su un parquet. Per Manrico Vaiani, 71 anni, l'educazione fisica e l'allenare erano, oltre alla famiglia, le sue più grande passioni. Purtroppo un brutto male lo ha portato via nel pomeriggio di ieri, lunedì 13 maggio, all'affetto dei suoi cari e a quello delle tantissime persone che avevano avuto la fortuna di trarre beneficio dai suoi consigli nella vita e nello sport. 

Autentico specialista delle promozioni, a Piombino è considerato tuttora uno dei migliori coach mai avuti visto che nel 1990 è capo allenatore della formazione livornese con la quale conquista due salti di categoria portando il quintetto dalla C alla B1. Pochi anni dopo si ripete, questa volta sulla panchina di Castelfiorentino sulla quale vince due campionati consecutivi, passando dalla serie C2 alla B2. Poi è la volta della sua Livorno, sponda Pielle. In due anni altrettanti salti di categoria dalla C1 alla B1 ai quali vanno aggiunte altrettante salvezze. Durante questo periodo, Vaiani collabora anche come assistente con il commissario tecnico della nazionale Carlo Recalcati alle formazioni sperimentali.

Poi il passaggio al basket femminile al Basket Spezia Club con cui nel 2004-2005 disputò una semifinale scudetto e nel 2004-05 con Mercede Basket Alghero. Successivamente Vaiani passa ad allenare le squadre giovanili per insegnare ai più piccoli i valori sani e i principi di questo sport. Lo ritroviamo, tra le altre, sulla panchina dell'Us Livorno con l'incarico di allenatore dei gruppi Under 14 e collaboratore del responsabile tecnico Riccardo Tedeschi soprattutto per la fascia esordienti - minibasket. Prima che la malattia peggiorasse, Vaiani continuava a insegnare basket all'under 14 elite dei Leoni Amaranto che, appresa la notizia della sua scomparsa, ha postato un'immagine che lo ritrae in uno dei suoi momenti preferiti: l'insegnamento. Il tutto accompagnato dalla scritta: "Sempre nei nostri cuori, ciao Manrico". 

In poco tempo, anche le altre realtà di Livorno hanno voluto esprimere il proprio cordoglio per la scomparsa del 71enne. "Con commozione e tristezza, la società Basket Golfo, ha appreso la notizia della morte di Manrico Vaiani. Il coach protagonista della cavalcata dalla C alla B1 dal 90 al 93, ci ha lasciato all'età di 71 anni" scrive Piombino. "È stata una figura di spicco della storia piellina e capo allenatore che guidò la PL alla promozione in Serie B d'Eccellenza nella stagione 1999/2000 e nelle stagioni successive, riabbracciando due bandiere come Sandro Dell'Agnello e Claudio Bonaccorsi" ricorda la Pielle. Parole al miele anche da parte della Libertas: "Oggi per la Livorno del Basket è un giorno triste. Purtroppo ci ha lasciato Manrico Vaiani, allenatore che ha insegnato la pallacanestro a centinaia di ragazzi. Lo ricordiamo con affetto al timone di numerose squadre del settore giovanile libertassino nei primi Anni 80". Tra i tanti giocatori allenati c'è anche Marco Sodini, attuale tecnico dell'under 18 italiana e in passato sulla  panchina di Cantù: "Grazie per aver insegnato basket in maniera intelligente. Grazie dalla pallacanestro".   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Basket livornese in lutto, addio al coach-professore Manrico Vaiani: "Ciao maestro, ci mancherai"

LivornoToday è in caricamento