rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Basket

Basket | Pielle, saluta anche il primo assistente Michele Belletti. Petronio: "Lavoro bellissimo, grazie di tutto"

Ora tenterà la carriera di capo allenatore dopo tre stagioni e oltre 100 presenze sulla panchina biancoblù al fianco di Da Prato e Cardani

Dopo tre stagioni intense, condite anche dalla vittoria della Supercoppa e da oltre 100 presenze in panchina in qualità di primo assistente, si separano le strade della Pielle e Michele Belletti con quest'ultimo che ha manifestato la volontà di mettersi in gioco in qualità di capo allenatore. Al fianco di Da Prato prima e Cardani poi, Belletti è stata una delle figure che ha contribuito a rendere nuovamente grande la società biancoblù: "Insieme a Michele ho trascorso una stagione memorabile e un percorso professionale e di crescita virtuoso. Prima che collaboratore, preparato e professionale, emerge la persona di raro valore, sensibilità e concretezza. Il suo percorso netto di formazione e di inquadramento societario mi aveva convinto a proporlo con incarichi accresciuti, non solo al centro del progetto tecnico. Oltre al ruolo di esperto vice allenatore, Michele avrebbe avuto competenze vicine a quelle del direttore tecnico/sportivo. Sapendolo molto lusingato di ciò, che assieme al presidente Farneti gli avevamo già presentato, capisco la difficoltà della scelta che la persona ha dovuto affrontare. Il primario obiettivo di essere un capo allenatore ha prevalso in lui e trovo pure giustificato che la sua testa abbia tacitato i segnali del suo cuore. Il mio cuore e la mia testa, invece, sanno che Michele lascia nel progetto stagionale un vuoto complesso da riempire, ma al tempo stesso gli auguriamo e alla sua nuova società un immenso e sincero in bocca al lupo". 

Queste le parole del presidente, Francesco Farneti: "Michele è stato in questi anni, per la Pielle, una figura professionale e umana di grande importanza, affidabile e di grande spessore. La stima nei suoi confronti non è mai venuto meno e non posso negare di essergli legato anche affettivamente, poiché è la persona con la quale ho legato più di altre e condiviso le mie prime esperienze da dirigente. In questi anni il suo ruolo è stato un crescendo di responsabilità e incarichi, a conferma di quanto sia stata apprezzata la qualità del suo operato e della sua professionalità. Il suo grande sogno è da sempre stato quello di poter lavorare da capo allenatore e oggi che questo sogno trova concretezza non sarà di certo la Pielle a negarglielo. Pielle che, tengo a ribadire, sta lavorando ogni giorno per consolidare un sistema di lavoro che sia premiante e valorizzante sia per i suoi collaboratori, sia per il club stesso. La chiamata in qualità di capo allenatore ricevuta da Belletti testimonia ulteriormente la qualità del lavoro svolto negli ultimi anni. Siamo, quindi, molto dispiaciuti per la perdita di un professionista sul quale abbiamo creduto e investito, ma siamo altresì convinti che la metodologia attraverso la quale stiamo lavorando sia quella corretta e che ci porterà a costruire una Pielle ancor più solida, attrattiva e vincente". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Basket | Pielle, saluta anche il primo assistente Michele Belletti. Petronio: "Lavoro bellissimo, grazie di tutto"

LivornoToday è in caricamento