rotate-mobile
Basket

Basket, playoff serie B | Livorno sogna due squadre in finale, ma serve un mercoledì da Pielle. Libertas, c'è Roseto sulla strada della A2

Dentro o fuori al PalaMacchia per i ragazzi di Cardani che non possono più sbagliare dopo le due sconfitte ad Avellino. Intanto ecco l'avversaria degli amaranto che nella serie avranno il fattore campo a sfavore

Livorno sogna due squadre in A2. E se della finale per la promozione è già certa la Libertas - amaranto contro Roseto con il fattore campo in favore degli abruzzesi, primi in regular season nel girone B - la Pielle deve ancora superare l'ostacolo Avellino dopo le due sconfitte al PalaDelMauro che hanno riportato la serie semifinale in parità. Mentre gli amaranto torneranno in palestra con la possibilità di preparare al meglio la serie contro il roster di Gramenzi, i biancoblù avranno invece poche ore a disposizione per ricaricare le pile e ritrovare energie e certezze venute meno in terra irpina. Già domani, mercoledì 28 maggio, è infatti in programma al PalaMacchia la bella contro la Del Fes, match da dentro o fuori che a questo punto vale una stagione intera.

Qui Pielle
Dopo la storica striscia di vittorie consecutive in regular season (16), interrotta soltanto dalla sconfiitta - per quanto pesantissima - nel derby all'ultima di campionato, il percorso netto ottenuto ai playoff fino alla trasferta in Campania aveva forse illuso i più di un cammino sereno almeno fino alla finale. Il tre a zero secco ai quarti con Imola e il 2-0 nelle prime due in via Allende contro il quintetto di Crotti potevano far pensare a un epilogo diverso delle semifinali. E invece, come aveva ammonito Cardani soprattutto dopo gara3, ai playoff non si può concedere niente agli avversari, specie quando si hanno davanti squadre che non mollano mai affrontate per di più con presunzione. Così era stato, per ammissione del coach, lo scorso venerdì nella terza della serie, ma ieri la Pielle ha faticato ben oltre l'approccio alla gara, piuttosto andando in confusione dopo un buon avvio che aveva portato anche fino al +9 (21-30 al 14'). A mancare, più di tutti, sono stati gli uomini chiave della stagione, Andrea Lo Biondo e Mateo Chiarini, un canestro dal campo in due in tutta la partita. Il primo fuori dagli schemi e quasi mai al tiro, il secondo mai capace di vincere un 'uno contro uno', ovvero la sua arma migliore. Senza il loro apporto in fase offensiva anche una grande difesa potrebbe non bastare, ma con una Pielle formato Pielle a tremare dovranno essere i lupi.

Qui Libertas
Settimana di lavoro - e tensione lontana - per la Libertas che mercoledì scorso in gara 3 ha chiuso i conti contro Jesi e da ieri è a conoscenza anche dell'avversaria nella finale per la promozione in A2. A contendere il sogno agli amaranto sarà la Liofilchem Roseto di coach Gherzani, allenatore che di campionati ne ha vinti a bizzeffe e che guida un roster di assoluto livello. Una squadre che, come la Libertas, ha nella fisicità la propria forza più evidente ma può contare anche su giocatori di grandissima esperienza e con tanta qualità persino sul perimetro. Basti citare Vangelis Mantzaris, 34enne greco con due Eurolega in bacheca e tre campionati in Grecia da protagonista con la canottiera dell'Olympiakos. O Dimitri Klyuchnyk, centro ucraino di 211cm e 110 chili che da solo occupa tutta l'area. Andreazza e il suo team proveranno a studiare qualcosa per ingabbiarli, poi serviranno partite al limite della perfezione per giocarsela fino alla fine.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Basket, playoff serie B | Livorno sogna due squadre in finale, ma serve un mercoledì da Pielle. Libertas, c'è Roseto sulla strada della A2

LivornoToday è in caricamento