rotate-mobile
Basket

Basket, serie B | Pielle-Libertas, derby thrilling: in palio i playoff. Andreazza: "PL favorita". Da Prato: "Lo dicono loro"

Parlano i due allenatori alla vigilia della terza sfida stagionale tra biancoblù e amaranto. Posta in palio altissima: oltre al primato cittadino, chi vince fa un passo decisivo verso la post season

Una sola certezza. Se vince la Pielle, favorita alla vigilia del terzo derby di stagione dopo i due precedenti successi in campionato e Supercoppa, la Libertas sarà matematicamente fuori dai playoff. In caso contrario, ai biancoblù resteranno invece due partite per tentare l'impresa, mentre gli amaranto dovrebbero assicurarsi i due punti anche contro Varese e poi guardare i risultati dagli altri campi. È questo lo scenario di una stracittadina che, stasera sabato 30 aprile, richiamerà al Modigliani Forum (palla a due alle 20.30, arbitrano i signori Gallo di Monselice e Secchieri di Venezia) centinaia di tifosi e appassionati di basket, pronti a vivere una serata di sport intrisa di rivalità con una posta in palio altissima.

Presupposti che lasciano pensare a un derby di una intensità unica, dove difficilmente emergerà il bel gioco. Se la Pielle scoppia di salute, mentre la Libertas è reduce da due sconfitte consecutive, coach Da Prato non vuole sentire comunque parlare di squadra favorita : "Lo dicono loro per scaricare la pressione su di noi - spiega l'allenatore biancoblù -, ma dopo 28 partite siamo entrambe a 26 punti. Direi che entrambe hanno la possibilità di giocarsela. "La Pielle è reduce da buone prestazioni anche post Covid, sono favoriti - replica Andreazza -. Noi dovremo giocare con il coltello tra i denti". 

Qui Pielle, Da Prato: "Non ci sono favoriti, il derby si vince sotto canestro"

"Non credo ci sia una squadra favorita - ribadisce Da Prato alla vigilia del match  -, sicuramente noi abbiamo il morale più alto mentre la Libertas si trova in una situazione differente dalle aspettative con le quali era partita. con aspettative diverse. Sarà una partita difficile, la Libertas difende con grande intensità, ha giocatori fisici che riempiono l'area e sporcano le linee di tiro. Conosco bene Andreazza, è un allenatore preparato e ha dato il proprio marchio alla squadra, soprattutto in fase difensiva. Credo che la chiave per vincere sia sotto canestro, sarà importante prendere più rimbalzi di loro".

Andrea Da Prato (foto Unicusano Pielle Livorno)

"Se dovessi togliere un giocatore alla Libertas? Non saprei - continua Da Prato -, loro giocano in dieci, sfruttano molto bene le rotazioni. Sono stati bravi a compattarsi in una situazione difficile e a trovare prestazioni importanti nei singoli, anche quelli più giovani come Ugolini. Potrei dire Ricci o Casella, ma anche Forti e Marchini, ma alla fine sicuramente vorrei toglierli lo spirito di squadra. Anche noi, però, dopo un avvio di stagione complicato siamo stati bravi a diventare squadra più che affidarci ai singoli. Ce la giocheremo entrambe".

Qui Libertas, Andreazza: "Coltello tra i denti, il campo darà onore e merito ai vincitori"

"Questa è una partita che si prepara da sola - ammette Andreazza -. Stiamo cercando di lavorare sulle cose che nelle ultime settimane non sono andate bene: continuità offensiva, durezza mentale momenti difficoltà. Veniamo da una trasferta a Piombino giocata molto male. E da una partita in casa persa, ma con segnali di voglia, di compattezza contro una squadra come Vigevano che si giocherà il primo posto. La sostanza, comunque è che proveniamo da due sconfitte e che stiamo attraversando un momento di difficoltà". "Come affrontare il derby? Con grandissima umiltà - continua il coach amaranto - e quel pizzico di faccia tosta che ci permetta di superare le difficoltà laddove non dovesse venirci una difesa o un gioco chiamato fosse eseguito poco bene. Servono la voglia e la determinazione che portano a risolvere i problemi".

Marco Andreazza-4

"Loro sono favoriti - prosegue Andreaza -. Sono reduci da buone prestazioni anche post covid. In più sono consapevoli del fatto che hanno a disposizione più match point rispetto a noi in chiave playoff, per cui hanno la tranquillità di sapere che anche un eventuale sconfitta non sarebbe decisiva. Noi, per contro, sappiamo di dover giocare da sfavoriti quindi con il coltello tra i denti. Abbiamo bisogno di tutti le componenti: giocatori che vanno in campo, staff, tifosi. Di tutto quanto. Le grandi imprese si colgono proprio sotto questi punti di vista". "Dobbiamo provare a risollevarci con una grande vittoria - conlude il coach amaranto -. Abbiamo qualche acciacco, ma non è una novità: la squadra è abituata a conviverci. Vogliamo lasciarci alle spalle tutto e mettere ogni goccia di sudore in campo per provare a dare grossa soddisfazione a noi stessi, ai tifosi e ai dirigenti. La Pielle è squadra esperta, con solidi equilibri ben rodati che dopo un inizio difficile ha trovato continuità. Queste però sono partite che sfuggono a qualsiasi pronostico. Noi dobbiamo essere pronti dalla palla a due all’ultimo possesso. Sarà il campo a dare onore e merito a chi la porterà a casa".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Basket, serie B | Pielle-Libertas, derby thrilling: in palio i playoff. Andreazza: "PL favorita". Da Prato: "Lo dicono loro"

LivornoToday è in caricamento