rotate-mobile
Domenica, 5 Febbraio 2023
Basket

Serie B, il Golfo Piombino chiude il reparto dei lunghi: ecco Tommaso Tintori

Le parole del coach: "Tommaso è un giovane con talento e fisico per emergere, siamo molto contenti di aver completato il reparto con il suo arrivo"

Ancora un nuovo nelle fila gialloblu e siamo a sei, ancora un giocatore con grandi motivazioni per far bene. Per chiudere il roster manca solo un under. Tommaso Tintori è un ala/centro di 203 cm per 95 kg, nato a Pescia il 31 maggio del 2002. Figlio d’arte, con papà Federico coach, la mamma Roberta che ha giocato anche lei e la sorella, Margherita, che gioca ed è stata nel giro delle nazionali giovanili. Il fratello Nicola non gioca a Basket, ma è portiere di calcio in serie C.

Lungo agile e dinamico, nato come quattro dal buon tiro dalla distanza e poi cresciuto strutturandosi di più dal punto di vista fisico, tanto da poter tranquillamente reggere il confronto con i cinque di ruolo. Grandi motivazioni per lui, che da grande promessa giovanile, non ha ancora trovato, per vicissitudini varie, la consacrazione che merita nel modo dei senor. 

Tintori ha mosso i primi passi fra Montecatini e Massa e Cozzile, per poi passare a Pontedera e infine a società prestigiose, come Olimpia Milano e Virtus Bologna. Squadre quest’ultime, con cui, fra i 14 e i 17 anni, ha disputato finali nazionali e frequentato in maniera costante le nazionali di categoria, con la partecipazione a due Europei.

In quelle nazionali ha giocato insieme a Nico Mannion. L’ultimo anno nel giovanile va al Don Bosco Livorno, giocando anche in C gold e segnando 5 punti di media. Nel 2019/20 debutta in B, a Firenze, sotto la guida di coach Niccolai, gioca poco meno di 10’ di media, segnando 2,8 punti, col 50% da due, col 29% da tre e col 64% ai liberi.

L’anno successivo firma un biennale con l’Orlandina Basket, nella prima stagione in A2, viene frenato da qualche problema fisico e a fine stagione decide di provare ad andare negli USA per trovare una borsa di studio, che gli consenta di studiare  e fare sport.

Il suo progetto non va in porto, ma Tommaso sfrutta quel periodo per lavorare al suo potenziamento fisico, da sempre il suo punto debole e lo fa con un preparatore super, Rich Dalatri, mostro sacro del NBA e preparatore della nazionale italiana che vinse l’argento agli europei del 2004. Al rientro in Italia, si allena qualche settimana con gli Herons a Montecatini e viene poi richiamato dall’Orlandina, per rafforzare l’organico in vista dei playout. Poche presenze in questo ritorno in Sicilia.

Le parole del coach: “Tommaso è un giovane con talento e fisico per emergere, ha grandi motivazioni dopo le esperienze degli anni passati e voglia di lavorare quotidianamente per migliorare, siamo molto contenti di aver completato il reparto con il suo arrivo.”
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie B, il Golfo Piombino chiude il reparto dei lunghi: ecco Tommaso Tintori

LivornoToday è in caricamento