rotate-mobile
Domenica, 26 Giugno 2022
Basket

C Gold. La Pielle torna a vincere. Ko Don Bosco e Libertas

Nella quarta giornata del girone di ritorno sorridono soltanto i biancoblu che battono Castelfiorentino e mantengono la terza posizione in classifica

Quarta giornata del girone di ritorno nella serie C Gold. L'unica vittoria per le squadre livornesi arriva dalla Pielle che batte Castelfiorentino. Don Bosco si arrende alla capolista Firenze e la Libertas Liburnia cede a Montale. 

Pino Dragons – Pallacanestro Don Bosco Livorno 91-80 (23-17, 47-38, 65-58, 91-80)

Pino Dragons Firenze: Marotta, Biagini NE, Merlo 13, Filippi 13, Passoni 3, Goretti 18, Verrigni 12, Poltroneri 18, Zappia 14, Neri 
Pallacanestro Don Bosco Livorno: Barzacchi, Lightner, Creati 6, Calvi 4, Ense 6, Bonaccorsi 7, Stolfi 20, Bechi, Korsunov, Paoli, Ceparano 24. All Marco Mori, assistenti Jacopo Venucci e Alessandro Becagli.

Si sapeva che la trasferta sul campo dell'ancora imbattuta capolista Pino Dragons fosse una partita dal pronostico chiuso a tripla mandata, ma nonostante la sconfitta, i ragazzi di Marco Mori offrono una ottima prestazione, rimanendo a lungo a contatto della compagine guidata dall'ex Dal Re, cresciuto proprio nelle giovanili rossoblu. Lo fanno nonostante la pesante assenza di capitan Fantoni, costretto ai box dai postumi del brutto colpo incassato qualche settimana fa nel derby contro Pielle, ed il problema fisico che ha colpito, dopo appena 18” di gioco, l'ultimo arrivato, la guardia svedese Leo Lightner. Anche i parziali dei vari tempini testimoniano la bella prestazione di Korsunov e compagni, mai asfaltati da una squadra che sembra fuori categoria per questo campionato. Lo dicono anche le percentuali; i rossoblu hanno mostrato mani educate tirando con il 60 % da due punti, nettamente meglio del 47 % dei padroni di casa; a decidere la contesa a favore di Pino il conteggio dei rimbalzi catturati, 11 in più quelli dei fiorentini, e qualche palla persa di troppo dei rossoblu. Tra i singoli, gran bella prova di Ceparano; con i suoi 24 punti ha festeggiato nel modo migliore la recente convocazione nella nazionale Under 18. Bene anche Stolfi, 20 punti con uno scintillante 4/6 nelle “triple”, e Korsunov (13). A fine partita coach Mori non nasconde, nonostante la sconfitta, la soddisfazione per la prova dei suoi ragazzi: “Abbiamo offerto una buona prestazione, nonostante l'assenza di Fantoni ed il problema fisico che ha colpito Lightner dopo appena 18” di gioco. Sono molto contento della prestazione di Calvi e Barzacchi, purtroppo poi limitati dai problemi di falli. Questo mi ha costretto a scegliere un quintetto basso che ci ha, ovviamente, visto soffrire sotto le plance. Abbiamo messo sul parquet di Coverciano grandi motivazioni, un elemento che ci fa ben sperare per il proseguo del campionato. Unica nota negativa l'infortunio di Lightner dopo appena 18”, da valutare nei prossimi giorni, e quello di Creati, costretto alla panchina da un brutto colpo alla testa. In sintesi, una ottima prestazione, aldilà della sconfitta finale. 

Pielle Livorno - Castelfiorentino 64-56 (19-17; 29-26; 46-41; 64-56)

Pielle Livorno: Malvone 7, Bertolini, Dell’Agnello 3, Falconi 18, Benini 11, Creati 8, Di Sacco ne, Burgalassi 17, Navicelli, Marrucci ne. All. Da Prato. Ass. Fini. 
Abc Solettificio Manetti: Zani 8, Tozzi 13, Terrosi 14, Belli 7, Delli Carri 12,, Lazzeri ne, Flotta, Meoni ne, Daly 2, Ticciati ne, Cantini, Calamassi. All. Betti. Ass. Manetti, Lazzeretti.

Dopo la sconfitta contro Agliana, riprende il cammino della Pielle che al PalaMacchia ha la meglio su Castelfiorentino e mantiene il terzo posto in classifica con 22 punti. Partita molto combattuta che si è decisa soltanto nell'ultimo tempino. La squadra di Da Prato è stata brava a mantenere sempre un piccolo, seppur decisivo, vantaggio per tutta la partita impedendo a Castelfiorentino di mettere il naso avanti. Dopo i primi due tempini di sostanziale parità (Pielle avanti all'intervallo lungo di soli tre punti), la gara ha iniziato a indirizzarsi verso Livorno nel terzo quarto di gara quando Malvone e compagni sono andati avanti di cinque lunghezze. Negli ultimi dieci minuti infatti i biancoblu hanno amministrato il vantaggio riuscendo a portare a casa la partita con uno scarto di otto punti. Mvp del match Burgalassi con i suoi 17 punti e Falconi con 18. In doppia cifra anche Benini (11). 

Axa Montale vs Liburnia Livorno 88-62 (28-13; 27-14; 16-14; 17-21)

Axa Montale: Della Rosa 5, Gangale 3, Magni 16, Del Frate 5, Mati 5, Magnini 8, Ani 10, Evotti 6, Riismaa 6, Giusti 14, Milani 6, Onuoha 4
Liburnia: Bernardini 11, Viacava 4, Ferretti 2, Tasca 2, Armillei 9, Fiore 10, Granchi 4, Salazar Creme 13, Bianchi 4, Baroni 3

Dopo due sconfitte consecutive in trasferta l'Assi3 Axa Montale torna a vincere sul parquet amico del PalaBertolazzi sulla Liburnia Livorno (88-62). La partita si è subito messa in discesa per i padroni di casa già avanti di 15 lunghezze al termine dei primi dieci minuti. Per Liburnia la panchina corta e la giovane età di molti suoi giocatori hanno reso difficile credere alla rimonta (55-27 all'intervallo lungo) e Montale ha potuto amministrare il vantaggio senza problemi facendo ruotare tutti gli effettivi a disposizione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

C Gold. La Pielle torna a vincere. Ko Don Bosco e Libertas

LivornoToday è in caricamento