rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Calcio

Eccellenza | Livorno-Certaldo 2-1, Buglio: "Vittoria per Vantaggiato e Protti, abbiamo dato un segnale"

Successo in rimonta per gli amaranto, che consolidano il primato in classifica. Esordio stagionale per Mazzoni: "Con oggi è finito un calvario lungo oltre due anni"

Una vittoria sofferta, arrivata al termine di una gara in cui gli amaranto, a lungo, hanno faticato a costruire gioco. Il Livorno, nella sesta giornata del girone B di Eccellenza, ha superato in rimonta per 2-1 il Certaldo, tornando così al successo dopo il pareggio con il Perignano. Tre punti giunti in una settimana turbata dalle maxi squalifiche inflitte a Daniele Vantaggiato e Igor Protti dal giudice sportivo: "Questa vittoria è per loro", ha dichiarato nel post partite il tecnico Francesco Buglio. 

Livorno-Certaldo, le pagelle

Buglio: "Abbiamo dato un segnale, questa vittoria è per Vantaggiato e Protti"

"Le vittorie sofferte sono le più belle - ha affermato Buglio -, dovevamo dare una risposta e l'abbiamo data. Questo è un gruppo forte, che nelle difficoltà sa tirare fuori il meglio. Oggi era una partita che volevamo vincere per Vantaggiato e Protti, due nostri punti di riferimento. Dopo l'episodio del rigore non abbiamo subito un tiro in porta, poi è chiaro che dobbiamo ancora migliorare e crescere nel gioco, ma non dobbiamo dimenticarci che in questo momento ci mancano tanti giocatori. Un contributo essenziale - ha sottolineato - è arrivato da coloro che sono subentrati dalla panchina: hanno fatto tutti bene".

Maxi squalifica a Vantaggiato, Toccafondi: "Sproporzionata, ma Daniele ha sbagliato. Prendiamo esempio dai tifosi"

"Sono felicissimo per Mazzoni - ha poi aggiunto il tecnico -, doveva giocare già con il Perignano ma poi avevamo deciso di dare continuità a Pulidori. Averlo a disposizione per me è un grande aiuto, può darci tantissimo in termini di personalità. Bellazzini? Prima che si facesse male lo stavo per togliere. Sembra una distorsione, nelle prossime ore valuteremo meglio la situazione. È chiaro che per noi sarebbe un'altra perdita importante".

Mazzoni: "Due anni di calvario, pensavo di non tornare più in campo"

"Stasera ho cercato di contenere il più possibile le emozioni, che sono tantissime - ha dichiarato Luca Mazzoni, tornato in campo ad oltre due anni di distanza dall'ultima volta -. Ho vissuto due anni pesanti, è stato un calvario giunto finalmente al termine e oggi il ringraziamento più grande va alla mia famiglia, a mio figlio ed alla mia compagna. Ancora non sono in perfetta forma, ma questa è stata una settimana particolare e non me la sono sentita di rimandare il debutto. È stata una vittoria importantissima, la curva ci ha dato una grandissima mano: i tifosi, per noi, sono fondamentali".

"In questi giorni - ha continuato il portiere - ho sentito tanti discorsi, ma ci vuole pazienza: questi ragazzi hanno ottime qualità per la categoria, ma dobbiamo tenere conto che questa maglia pesa molto, soprattutto per coloro che sono alle prime esperienze. A fine partita ho detto ai compagni solamente bravi: non è facile giocare con queste pressioni e con l'obbligo di dover vincere sempre. Il podio delle emozioni della serata? Al terzo posto i festeggiamenti a fine partita, al secondo l'ingresso in campo, cosa che sei mesi fa pensavo non sarebbe più accaduta, ed al primo il messaggio di mio figlio Brando che mi ha dato l'in bocca al lupo".

Mazzoni, infine, ha così commentato la maxi squalifica inflitta a Vantaggiato: "Spero che chi dovrà decidere sul ricorso faccia quello che ritengo un atto dovuto. In questo momento non possiamo fare altro che rendere il più possibile partecipe Daniele nelle situazioni che viviamo. Quando si rischia di perdere un anno non c'è consolazione".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Eccellenza | Livorno-Certaldo 2-1, Buglio: "Vittoria per Vantaggiato e Protti, abbiamo dato un segnale"

LivornoToday è in caricamento