rotate-mobile
Calcio

Us Livorno, la Curva Nord invita i tifosi a disertare la trasferta di Grosseto: "Stagione assurda, siamo alla frutta"

Il tifo organizzato chiede, nuovamente, al presidente Esciua di andarsene. Poi l'appello per domenica: "Troviamoci fuori dal Picchi"

Domenica 12 maggio il Livorno disputerà la semifinale playoff di serie D contro il Grosseto. Un match che conta praticamente meno di zero ai fini della promozione visto che gli spareggi promozione servono solamente a stilare una graduatoria delle eventuali candidate a subentrare in serie C, nel caso di rinuncia o di mancata iscrizione di una squadra al campionato. In vista del match, la Curva Nord Fabio Bettinetti, in aperto contrasto con il presidente Esciua e la sua gestione della società, invita tutti i tifosi a disertare lo stadio Zecchini e a ritrovarsi sotto al Picchi "per dare un segnale forte". Nel lungo comunicato diffuso sui social, il tifo organizzato sottolinea come questa sia stata "l'ennesima e assurda stagione giocata in serie D" e invita il Esciua ad andarsene: "Il Livorno saremo sempre noi. Tu sei soltanto uno dei tanti presidenti che abbiamo visto passare e, fidati, quando ti diciamo che vedremo andar via anche te".

Verso Grosseto-Livorno, la curva Nord: "Tutti i tifosi amaranto disertino la trasferta" 

Di seguito riportiamo il comunicato della Curva Nord dal titolo: "È cotto ir polpo". Come scriviamo nel titolo citando una nota espressione labronica, crediamo che oramai tutti i nodi siano venuti al pettine in questa assurda ed ennesima stagione giocata in serie D. Joel Esciua, lo ripetiamo, è arrivato lo scorso anno millantando che ci avrebbe fatto vedere "cose mai viste" ed in effetti è stato proprio così: un presidente che ha saputo inimicarsi ogni centimetro di quel tessuto che ha sempre avuto a cuore il Livorno Calcio, mandando via dirigenti, impiegati, speaker, allenatori, giocatori, chiunque si mettesse contro di lui e offrisse una visione divergente dalla sua, accaparrandosi pure il diritto di decidere chi secondo lui  dovrebbe entrare allo stadio o di affermare che la Curva sarebbe cosa sua. Se poi ci mettiamo pure la diatriba con il club 'Magnozzi' sul simbolo della squadra, siamo veramente arrivati alla frutta. No, caro Joel, non ci siamo capiti. Il Livorno siamo e saremo sempre noi. Tu sei soltanto uno dei tanti presidenti che abbiamo visto passare e, fidati, quando ti diciamo che vedremo andar via anche te. Perché sappiamo che ciò che guida un presidente di una società calcistica è sempre e soltanto l’interesse economico".

"Colpe anche della Figc"

Continua il comunicato: "E, quindi, se pensate che ce la prendiamo solo con il Presidente Esciua, vi sbagliate.  Anche la Figc, modificando il regolamento che stabilisce come andranno eventualmente ripescate le squadre per la serie C, e aprendo quel campionato alle varie compagini U23 delle società più grosse che militano in serie A, ha la sua parte di responsabilità, nello svilire la nostra maglia e i nostri colori, condannandoci a restare in serie D per chissà quanti anni ancora. Pertanto, in segno di protesta, abbiamo deciso di disertare la prossima trasferta a Grosseto in occasione della partita di semifinale dei playoff del nostro girone, invitando chiunque abbia a cuore la maglia amaranto, che sia abbonato o meno della Curva Nord, che abbia 5 o 95 anni, di non seguire la nostra squadra domenica prossima e di ritrovarci sotto il nostro stadio a Livorno mandando un chiaro e forte segnale". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Us Livorno, la Curva Nord invita i tifosi a disertare la trasferta di Grosseto: "Stagione assurda, siamo alla frutta"

LivornoToday è in caricamento