rotate-mobile
Calcio

Serie D Livorno, il ds Pinzani si dimette dopo la sconfitta con il Poggibonsi: "Favarin non ha colpe, il problema non è tecnico"

Il direttore sportivo lascia l'incarico: "Ero tornato con entusiasmo, ora mi faccio da parte per il bene degli amaranto"

Il tecnico Favarin si dimette dopo il ko con il Poggibonsi

Raffaele Pinzani non è più il direttore sportivo del Livorno. Dopo la sanguinosa sconfitta interna con il Poggibonsi, che ha fatto precipitare gli amaranto al sesto posto della classifica, sono infatti giunte le sue dimissioni, accettate dal patron Joel Esciua, che adesso dovrà andare alla ricerca di un nuovo profilo che possa prenderne il posto. Una scelta "dolorosa", come ha sottolineato nel post partita l'ormai ex ds, ma "necessaria per cercare di dare all'ambiente un po' più di serenità".

Pinzani: "Decisione presa il bene del Livorno. Favarin? Non ha colpe"

"Questa squadra l'ho fatta io dall'inizio alla fine, con la libertà di poter fare le scelte che reputavo le migliori - ha dichiarato Raffaele Pinzani -. Sono convinto che il Livorno sia una squadra forte che può ancora raggiungere il suo obiettivo: ci sono ancora da giocare sedici partite, compresi tutti gli scontri diretti. Durante la settimana i ragazzi vanno a mille all'ora, ci sono dei grandissimi valori: se la domenica non vengono messi in campo la colpa non può essere di Favarin. I giocatori devono capire che la maglia amaranto non va solo indossata, ma meritata. Favarin, per me, non ha colpe dal punto di vista tecnico: a lui non possiamo imputare niente, è un grande lavoratore che ha ottenuto risultati importanti. In questo momento sta patendo le pene dell'inferno, ma ripeto, non è un problema tecnico, bensì dei giocatori che ho scelto io. Sono ancora convinto che, a pieno regime, questo Livorno possa fare bene: sul mercato abbiamo preso giocatori importanti come Tenkorang, che rappresenta per la società un investimento. Il nostro obiettivo è lottare per vincere il campionato e questo obiettivo è ancora pienamente raggiungibile".

"Le mie dimissioni - ha aggiunto Pinzani - sono un gesto di rispetto nei confronti di Livorno. Ringrazio tutta la piazza, l'intero staff ed il presidente, che mi ha dato l'opportunità di vivere nuovamente questo sogno. Sono venuto due anni fa con grande entusiasmo, abbiamo vinto un campionato al termine del quale ho dovuto bere un bicchiere di veleno e poi ho avuto l'opportunità di tornare. Sono stato felicissimo di tornare, ma adesso è giusto che prenda questa decisione per il bene del Livorno e per salvaguardare la mia figura e quella di Favarin. Con il mio gesto - ha concluso - spero di dare una scossa all'ambiente, permettendo alla squadra di ritrovare un po' più di serenità".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie D Livorno, il ds Pinzani si dimette dopo la sconfitta con il Poggibonsi: "Favarin non ha colpe, il problema non è tecnico"

LivornoToday è in caricamento