rotate-mobile
Calcio

Livorno, la carica di Rossi e Neri: "Che onore indossare la maglia della nostra città, non vediamo l'ora di iniziare"

I due attaccanti, reduci rispettivamente dalle esperienze con Pro Livorno Sorgenti e Armando Picchi, sono stati ufficialmente presentati dalla società: "Daremo tutto, l'amaranto per noi è un orgoglio"

Carichi, con la luce negli occhi di chi, dopo tanta gavetta, ha coronato un sogno. Sono Giacomo Rossi e Francesco Neri, reduci da annate da protagonisti con le maglie di Pro Livorno Sorgenti e Armando Picchi, i primi due rinforzi del Livorno di Collacchioni, ancora in attesa di conoscere quale sarà la categoria, tra Serie D ed Eccellenza, in cui militerà nella prossima stagione. Ai due, livornesi di scoglio, spetterà il compito, insieme al cubano Samon Rodriguez e al confermato Matteo Frati, di trascinare l'attacco amaranto, in attesa di capire se Daniele Vantaggiato e Giuseppe Torromino, dopo una stagione tra luci e ombre, faranno nuovamente parte del progetto. "Sono due giocatori di qualità, che ci porteranno livornesità e senso di appartenza - ha affermato il direttore sportivo Marco Braccini durante la presentazione -. Erano dei leader nelle squadre in cui erano in precedenza, adesso sanno di doversi mettere a disposizione in un gruppo in cui, oltre a loro, ci saranno altri cardini".

Livorno, Collacchioni: "Impossibile rifiutare la chiamata, dimostreremo la nostra forza". Video

Giacomo Rossi-2

Rossi: "Volevo solo il Livorno, per me è un onore indossare questi colori"

"Ringrazio chi mi ha voluto portare qua, per me è un onore e un orgoglio indossare questi colori -ha dichiarato Rossi -. La Pro Livorno Sorgenti è stata la mia casa per tanti anni e mi dispiace per lo scivolone con cui è terminata quell'esperienza, ma adesso non vedo l'ora di vivere questa nuova avventura. Come si vincono i campionati in queste categorie? La ricetta non ce l'ho, ma il punto di partenza, per raggiungere qualsiasi obiettivo, è sempre il gruppo. Il Livorno, comunque, il suo campionato lo scorso anno lo aveva vinto: significa che dei valori ci sono. Io, adesso, sono qui per dare il mio contributo per vincere il maggior numero di partite possibili e arrivare al nostro obiettivo di squadra. Sappiamo benissimo che l'io deve essere messo da parte in nome del noi, così come sappiamo che ci sarà tanta concorrenza: per vincere, d'altronde, servono tanti giocatori forti, non basta il singolo. Sapere di dovermi giocare il posto - ha sottolineato - mi dà ulteriori stimoli".

Us Livorno, ritiro al via dal 1 agosto: gli amaranto si alleneranno a Pievepelago fino al 13

"Per me questa è stata un'estate particolare - ha poi svelato Rossi -. Appena finito lo scorso campionato desideravo venire qui, avevo delle trattative in piedi su cui ho temporeggiato fino a che non è arrivata la chiamata del Livorno: abbiamo trovato l'accordo in un'ora. In questa squadra, lo scorso anno, c'erano giocatori che prima avevo visto solo in televisione: poterci giocare insieme, per me che ho sempre dovuto guadagnarmi la categoria, è una soddisfazione enorme".

Francesco Neri-2

Neri: "Emozione grandissima, questa maglia mi dà responsabilità e carica"

"Innanzitutto voglio ringraziare il direttore sportivo e la società per la fiducia, io voglio sfruttare al meglio questa occasione - ha affermato Neri -. Al Picchi ho fatto dieci anni: arrivai che ero il più piccolo, lascio da capitano. L'ultima stagione, a livello personale, è stata sicuramente la migliore e adesso sono pronto a tuffarmi in questa nuova avventura: per me giocare nel Livorno è un'emozione grandissima. Ho tantissima voglia, non vedo già l'ora di iniziare la preparazione e poi giocare la prima partita ufficiale. Un punto di arrivo o di partenza? Da livornese indossare questa maglia è come arrivare in cima a una montagna: adesso, però, voglio rimanerci il più possibile. So che questi colori pesano, ma ciò mi trasmette responsabilità e ulteriore carica".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Livorno, la carica di Rossi e Neri: "Che onore indossare la maglia della nostra città, non vediamo l'ora di iniziare"

LivornoToday è in caricamento