rotate-mobile
Calcio

Livorno, il sogno di Mattia Lucarelli: "Qui per vincere, voglio far parte della rinascita amaranto"

Il terzino sinistro (figlio di Cristiano) è stato ufficialmente presentato insieme all'attaccante cubano Saimon Reider Rodriguez ed il giovane portiere Gabriele Fogli

La felicità di chi ha realizzato un sogno, la determinazione di chi sa, a quasi 34 anni, di avere tra le mani un'opportunità probabilmente irripetibile e l'emozione di chi, dopo una lunga trafila in uno dei settori giovanili più importanti d'Italia, si appresta a vivere la prima avventura tra i grandi. Mattia Lucarelli, terzino sinistro figlio dell'ex bomber Cristiano lo scorso anno in Serie C alla Pro Sesto, Samon Reider Rodriguez, attaccante cubano classe 1988 reduce dall'esperienza a Seravezza, e Gabriele Fogli, portiere classe 2003 scuola Fiorentina, si sono mostrati più carichi che mai di fronte alla stampa nella conferenza di presentazione. Insieme a loro il direttore sportivo Marco Braccini, che fortemente ha voluto i tre giocatori nel suo Livorno. "Sono ragazzi che ci daranno una grandissima mano", ha affermato il ds amaranto.

Caso Tau-Figline, processo il 10 agosto: dalla sentenza dipende il futuro del Livorno

Mattia Lucarelli-2

Lucarelli: "Realizzo un sogno, qui per far parte della rinascita amaranto"

"Giocare nel Livorno per me è un sogno che ho da sempre - ha dichiarato Mattia Lucarelli -. Ero a Pomezia ed abbiamo vissuto tutti una grande delusione: forse proprio lì è arrivata la svolta definitiva di voler venire qui ad ogni costo. Il Livorno, nel corso della sua storia, si è tolto le migliori soddisfazioni proprio dopo le grandi delusioni: avverto già un senso di rinascita e volevo farne parte. Cosa mi ha detto mio padre? Lui da babbo mi frenava, non era molto convinto. Avvertivo però la sensazione che mi diceva così perché doveva farlo, ma dentro di lui diceva "vai, vai". E così è stato. Lui mi ha fatto capire quali sono le responsabilità e quanto potrebbe essere pesante per me, ma io la mia decisione l'avevo già presa. Voglio dare il meglio di me stesso e sono convinto che andrà bene. L'obiettivo? Dopo la delusione dello scorso anno vincere, mai come stavolta, è l'unica cosa che conta".

Livorno, la carica di Rossi e Neri: "Che onore indossare la maglia della nostra città, non vediamo l'ora di iniziare"

"L'esperienza in C della passata stagione mi ha fatto crescere in esperienza - ha continuato l'esterno sinistro -, ma anche a livello di velocità di gioco e di pensiero. Scendere di categoria un rischio? È la cosa che più mi ha fatto pensare, ma credo che non esista modo migliore di rischiare che giocarti tutto a casa tua. Il numero di maglia? Il 99 sicuramente non lo tocco, forse un giorno se me lo meriterò ci penserò. Lo scorso anno avevo il 16 che è comunque un rimando a Livorno, vedremo se terrò quello". 

Samon Reider Rodriguez-2

Rodriguez: "Toccafondi non mi dava tregua, non potevo dire di no a questa piazza"

"Perché ho scelto Livorno? Toccafondi mi martellava di continuo - ha affermato Samon Reider Rodriguez -. A parte gli scherzi, era impossibile rifiutare una piazza del genere con una tifoseria così: non ci ho pensato neanche mezza giornata per decidere. Livorno ha una storia importante, giocare qui, per me, è una grande opportunità. Sono felice, credo che ci sia la giusta pressione, anche se forsesarà un po' maggiore rispetto allo scorso anno. So che dovrò sudarmi il posto ogni settimana, questo fa parte del gioco quando approdi in una squadra forte come questa. Ciò permetterà a tutti di non abbassare mai la tensione".

Livorno, Collacchioni: "Impossibile rifiutare la chiamata, dimostreremo la nostra forza". Video

"A Seravezza, nel 2018-2019, ho fatto bene ed ho segnato 19 reti in 19 partite sfruttando la mia velocità e la capacità di attaccare la profondità - ha aggiunto l'attaccante -, ma qui sarà tutto diverso: Livorno ha giocatori molto più forti, si giocherà maggiormente a calcio perché ci sono le qualità per farlo. Obiettivo di gol? Non me lo sono fissato: l'unica cosa a cui penso è vincere insieme ai miei compagni".

Gabriele Fogli-2

Fogli: "Orgoglioso di indossare questa maglia, per me è una grande occasione"

"Voglio avere un approccio positivo, sono consapevole di essere arrivato in una piazza importante e voglio fare del mio meglio: per me è una grande occasione - ha dichiarato Gabriele Fogli -. Indossare questa è un orgoglio, so che significa caricarsi di tante responsabilità: qui, però, mi sono subito sentito a casa. Il mio modello? Ci sono tanti bravissimi portieri, ma dico Donnarrumma visto che sono cresciuto vedendolo giocare. Le mie qualità? Mi ritengo reattivo e coraggioso tra i pali - ha spiegato -, negli ultimi anni sono migliorato molto con i piedi ma devo crescere ancora sotto ogni aspetto".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Livorno, il sogno di Mattia Lucarelli: "Qui per vincere, voglio far parte della rinascita amaranto"

LivornoToday è in caricamento