rotate-mobile
Domenica, 4 Dicembre 2022
Calcio

Castiglioncello, tre punti liberatori. Barbetta: "Una vittoria che ci voleva. Ora guardare avanti con positività"

Primo successo stagionale per gli azzurri in Promozione. Il portiere e capitano: "Siamo più competitivi dell'anno scorso"

Un punto in cinque gare, ma la sensazione di raccogliere meno di quanto meritato. Fino alla vittoria di domenica scorsa, la prima in campionato (Promozione girone C), 2-0 contro l'Atletico Etruria: un successo liberatorio per un Castiglioncello che, da questo risultato, potrebbe dare il simbolico via ad una nuova stagione. "Paradossalmente abbiamo vinto la prima partita disputando forse la peggior prestazione di questo inizio - afferma il portiere e capitano Tommaso Barbetta - nelle partite precedenti invece siamo andati bene, a volte anche molto bene, ma abbiamo pagato a caro prezzo ogni errore. Domenica è stata una partita dalle due facce: nel primo tempo abbiamo perlopiù sofferto e l'Etruria ha sbagliato anche un rigore, poi nella ripresa siamo cresciuti e siamo stati bravi a sfruttare le occasioni create. Questa vittoria ci voleva".

Dopo la brillante salvezza raggiunta da formazione neopromossa, il Castiglioncello è chiamato in quest'annata a confermarsi nella terza serie dilettantistica. Per riuscirci, in estate, la società biancoazzurra ha deciso di dare continuità al gruppo di lavoro, mettendo a disposizione di mister Gabriele Citi una rosa simile a quella della passata stagione. "Una grave perdita sia come giocatore che per la passione ed il senso di appartenenza è stata Lo Vecchio - spiega Barbetta - è arrivato con me dieci anni fa al Castiglioncello ed ha scritto pagine importanti nella storia della società. Siamo una buona squadra nel complesso, più completa in ogni reparto rispetto all'anno scorso. Siamo più competitivi, anche se per ora i risultati non lo stanno dimostrando. Da capitano mi piace comunque sottolineare come, nonostante i risultati negativi delle scorse settimane, tutti sono sempre stati presenti agli allenamenti. Non sono segnali scontati".

Nel prossimo turno, il calendario ha in serbo per il Castiglioncello una trasferta a Piombino dal sapore di 'primo scontro diretto': le due formazioni labroniche si trovano infatti al penultimo posto in classifica, appaiate a quota 4 punti. Una partita molto insidiosa per i biancoazzurri, che si troveranno di fronte un avversario reduce da tre sconfitte consecutive e dunque col dente avvelenato. "Non vediamo l'ora di essere a domenica - confessa il numero 1 castiglioncellese - sarà una bella partita in una bella piazza. Sarà importante dare continuità a quella che è stata negli ultimi anni la forza del Castiglioncello, la solidità difensiva, dopo essere riusciti finalmente a non subire gol domenica scorsa. Si tratta di uno scontro diretto, ma se restiamo umili possiamo dare del filo da torcere a tutti. Andiamo là con positività e speriamo di tornare via con i tre punti".

Dalla prossima settimana il Castiglioncello, dopo un mese di allenamenti a Gabbro data l'assenza dell'impianto d'illuminazione al campo sportivo di Santa Luce, tornerà ad allenarsi al 'Bellagotti', in Pineta Marradi (da aprile utilizzato come parcheggio). Una situazione non semplice per la società, che non sembra però avere breve risoluzione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Castiglioncello, tre punti liberatori. Barbetta: "Una vittoria che ci voleva. Ora guardare avanti con positività"

LivornoToday è in caricamento