rotate-mobile
Giovedì, 29 Settembre 2022
Calcio

Castiglioncello, da aprile il campo torna ad essere parcheggio. L'appello del club

Le squadre della società azzurra non potranno più disputare gli allenamenti al "Bellagotti" in Pineta Marradi fino ad ottobre. Comincia la ricerca di un campo da gioco disponibile nei comuni limitrofi

Niente da fare: dal prossimo mese di aprile le squadre del Castiglioncello si troveranno nuovamente senza un campo da gioco a disposizione per gli allenamenti. Il "Bellagotti" in Pineta Marradi si trasformerà infatti in parcheggio fino ad ottobre inoltrato, come avviene ormai annualmente, costringendo la società azzurra a rimettersi alla ricerca di una struttura dove poter far allenare i propri ragazzi fino alla fine dei campionati, prevista per giugno inoltrato. 

"Che il Pineta dovesse tornare ad essere usato come parcheggio si sapeva - si legge nella nota pubblicata dal Castiglioncello sulla propria pagina Facebook - ma contavamo che la struttura di Castelnuovo venisse messa a norma in modo da poter essere utilizzata per svolgere quanto meno gli allenamenti. Questo purtroppo, per quanto ci risulta, per varie problematiche sicuramente insormontabili ed indipendenti dalle volontà dell’Enti preposti non è stato fatto ma il problema per USD Castiglioncello si ripresenta".

Una situazione di disagio che la società azzurra porta alla luce del sole: "Nel territorio del comune di Rosignano Mmo alla luce dei fatti non ci sono strutture alternative che possano ospitare integralmente la pianificazione degli allenamenti dei nostri ragazzi suddivisi nelle 4 squadre tra giovanili juniores e prima squadra. Nonostante la disponibilità dataci dalle altre associazioni sportive che ancora oggi ringraziamo per l’ospitalità di inizio stagione, adesso non vogliamo e non possiamo ripetere quel continuo peregrinare alla ricerca di un campo! Non ci possiamo permettere continui spostamenti da un impianto ad un altro per far fare le docce ai nostri ragazzi e nemmeno un continuo movimento delle attrezzature sportive per poter svolgere le sedute di allenamento!".

Ma il Castiglioncello (la cui Prima squadra sta ben figurando, da neopromossa, nel campionato di Promozione girone C) non ha alcuna intenzione di fermarsi: "Non possiamo e non vogliamo mollare! Non possiamo permettercelo per l’amore che c’è intorno a questa maglia e per gli impegni presi sia con le famiglie sia con i ragazzi, quindi l’unica alternativa possibile che abbiamo è quella di andare a cercare una struttura per gli allenamenti nei comuni limitrofi, sperando di trovare gli spazi e l’accoglienza che questa società con oltre 100 anni necessita".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Castiglioncello, da aprile il campo torna ad essere parcheggio. L'appello del club

LivornoToday è in caricamento