rotate-mobile
Venerdì, 31 Marzo 2023
Calcio

Cecina, manca solo la matematica. Balleri: "Riportare i rossoblù in Eccellenza la ciliegina sulla torta"

Il veterano mediano livornese è ad un passo dal conquistare l'ennesima promozione della sua carriera. "Fa piacere dare ancora il mio contributo. Potrebbe essere l'ultima mia stagione"

Una vita da mediano, a recuperar palloni e con una bacheca pronta ad accogliere un altro trofeo. Alla soglia dei quarantuno anni Matteo Balleri è ad un passo dal conquistare il suo quarto campionato (dopo quelli vinti con Pistoiese, Ponsacco e Cascina), contribuendo alla straordinaria stagione del Cecina, primo in classifica con ben quattordici punti di vantaggio sul secondo posto (e sole sei gare da giocare) in Promozione girone C. "La ciliegina sulla torta", per il centrocampista livornese, di un percorso cominciato con le prime panchine in Serie C nel Livorno di Osvaldo Jaconi e proseguito da protagonista tra Serie D ed Eccellenza, fino a raggiungere, nel dicembre scorso, il prestigioso traguardo delle 600 presenze in carriera. L'intervista a Matteo Balleri, in esclusiva per LivornoToday:

UN SOLO OBIETTIVO. "È stata un'annata positiva, siamo partiti subito forte mandando un messaggio chiaro alle avversarie. L'anno scorso perdemmo lo spareggio promozione ai rigori e per quest'anno l'obiettivo era solo quello di vincere il campionato. La società è stata brava a mantenere l'ossatura dell'anno scorso e ad inserire qualche innesto, aumentando il valore della squadra. Senza presunzione credo che adesso sia soltanto una questione di matematica, ma questo non significa mollare la presa. In campo si va sempre per vincere e ci piacerebbe rimanere imbattuti fino alla fine".

PARTITA CHIAVE. "Direi l'ultima di andata in casa contro la Geotermica. Venivamo da tre pareggi consecutivi e loro erano a -6, per cui in caso di sconfitta sarebbero rientrati pienamente in corsa. Vincendo, 4-0, credo che abbiamo fatto l'allungo decisivo, poi nel girone di ritorno non abbiamo tenuto per forza di cose gli stessi ritmi dell'andata ma il livello è rimasto comunque molto alto".

BILANCIO PERSONALE. "Per me la stagione non era cominciata bene: dopo tre giornate mi sono infortunato e sono stato fuori due mesi. Quest'anno ho giocato meno partite, ma poter giocarle tutte alla mia età è dura e venendo da un infortunio tosto non è semplice. Vincere il campionato farebbe piacere, quando sono tornato sapevo che la società era ambiziosa. Mi trovo molto bene con il gruppo e come io posso essere d'aiuto ai giovani per l'esperienza loro mi danno nuovi stimoli e mi fanno sentire più giovane".

PUNTI DI FORZA. "Oltre al gruppo, credo che i punti di forza di questa squadra siano l'ampiezza della rosa ed il fatto che tutti sappiano quello che devono fare. Spesso il mister cambia interpreti ma la differenza difatti non si vede. La squadra va col pilota automatico. Credo che anche in caso di Eccellenza questo gruppo, con qualche innesto, possa far bene". 

IL PROSSIMO AVVERSARIO. "Il Ponsacco sta vivendo un momento difficile di squadra ed a livello societario, ma gli servono punti per arrivare ai playout e mi aspetto una partita 'avvelenata'. A Ponsacco ho vissuto anni importanti, anche da capitano, e so quanto al "Pollaio" sia dura per gli avversari. Noi comunque andiamo là per vincere". 

FUTURO. "Niente ancora di deciso, al momento l'idea è quella di appendere gli scarpini al chiodo a fine anno. Proseguirei solo nel caso di un'opportunità che mi stuzzichi particolarmente. Riportare il Cecina in Eccellenza sarebbe la ciliegina sulla torta".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cecina, manca solo la matematica. Balleri: "Riportare i rossoblù in Eccellenza la ciliegina sulla torta"

LivornoToday è in caricamento