rotate-mobile
Mercoledì, 17 Agosto 2022
Calcio

Promozione, Bardocci carica il Venturina nella corsa alla salvezza: "Due partite da vincere, poi vedremo"

A tu per tu con l'allenatore dei biancoazzurri: "Entusiasmo e giocare a calcio: queste le nostre armi"

Dopo due sconfitte consecutive, la vittoria di domenica scorsa con i Colli Marittimi ha fatto tornare il sereno in casa del Venturina. A tre giornate dal termine della regular season (ma con due partite da giocare causa turno di riposo ancora non osservato), i biancoazzurri si trovano al quintultimo posto in classifica a quota 24 punti, tre in meno del Castiglioncello al momento salvo senza passare dalla lotteria dei playout. Nella riscossa del Venturina in questo girone di ritorno un ruolo importante lo ha recitato mister Giovanni Bardocci, subentrato a Manuel Madau il 18 febbraio (che a sua volta aveva preso il posto di Diego Verdiani il 26 ottobre 2021): dall'avvento del nuovo tecnico, la squadra ha conquistato 13 punti in 10 gare, già due in più rispetto alle 12 partite precedenti e con la possibilità di incrementare il bottino negli ultimi impegni contro Monterotondo e Saline. "Col Castiglioncello l'unica gara che abbiamo sbagliato - afferma Bardocci nell'intervista rilasciata a LivornoToday - Dobbiamo sfruttare i nostri punti di forza: entusiasmo e giocare a calcio".

Ciao Giovanni, quanto è stata importante la vittoria con i Colli Marittimi? Cosa ti è piaciuto di più della squadra?

Sono stati tre punti fondamentali per la classifica e per il fatto che venivamo da due scontri diretti persi di fila. Più di tutto mi è piaciuta la reazione dopo la sconfitta pesante col Castiglioncello, aggravata dal fatto che dopo appena quattro minuti siamo passati in svantaggio. Sarebbe potuta essere una mazzata e invece i ragazzi hanno dimostrato che, nonostante la giovane età, sono capaci di fare prestazioni di spessore anche in certe situazioni contro squadre molto attrezzate. Nei campi dove c'è la possibilità di giocare a calcio, credo che in questo campionato non siamo inferiori a nessuno. I ragazzi hanno dato prova di grande forza mentale.

Cosa non ha funzionato nel brutto passo falso col Castiglioncello?

Dobbiamo sempre tenere di conto che l'età media di questa squadra, quando è alta, non arriva a 21 anni. Abbiamo giocato su un campo in condizioni che rendono difficile giocare a calcio, in più siamo andati subito sotto nel risultato e ci mancavano quei due/tre giocatori di maggior carattere: è stata una giornata storta dall'inizio alla fine. Sicuramente potevamo fare meglio, ma, quando si parla di una squadra così giovane, dopo quattro/cinque partite fatte bene può capitare un calo involontario mentale.

Quali credi che siano state la migliore e la peggiore prestazione della sua gestione?

La miglior prestazione a livello globale credo sia stata proprio quella di domenica scorsa contro i Colli Marittimi, ma direi anche il primo tempo del match contro lo Sporting Cecina e la vittoria con l'Atletico Maremma. La peggiore senza dubbio col Castiglioncello: risultato pesante (5-0, ndr) e partita che si commenta da sola. Nonostante i nostri limiti, credo che da quando ci sono io abbiamo sbagliato solo quella gara.

Il Castiglioncello sta correndo ed ha una gara in più da giocare. Pensi che il Venturina abbia chance di centrare la salvezza diretta?

Noi dobbiamo far finta di essere un tennista: come lui gioca punto per punto, noi dobbiamo pensare di domenica in domenica. Quando sono arrivato ho detto ai ragazzi che l'obiettivo sarebbe stato quello di centrare il miglior piazzamento possibile nella griglia playout attraverso un percorso ben preciso. La classifica ci vede al momento al quintultimo posto e bisogna considerare anche la possibilità della "forbice" con la penultima. Per cui dobbiamo fare il meglio possibile a livello di gioco e di prestazione nelle due partite che ci rimangono da disputare, poi vedremo.

Domenica trasferta da non sottovalutare sul campo del Monterotondo. Che partita ti aspetti?

Il Monterotondo, per quello che ho visto, non è una squadra da essere ultima in classifica ed in casa per mille componenti può dar noia, come dimostrano gli ultimi risultati che ha ottenuto. Noi siamo in fiducia e stiamo bene nonostante alcune assenze pesanti (fuori Di Sacco, Taddei, Lodovici e Gherardi). Per noi una vittoria domenica vorrebbe dire tanto, per cui andiamo lì per vincere. Dobbiamo essere bravi a gestire la componente caratteriale: il campo è buono quindi dobbiamo sfruttare i nostri punti di forza: entusiasmo e giocare a pallone. Viceversa se la mettiamo su esperienza e agonismo possiamo andare in difficoltà.

Nel Venturina si stanno mettendo in mostra molti ragazzi interessanti. Vedi qualcuno di loro già pronto per categorie superiori?

Venturina è una società che già dal settore giovanile lavora in ottica prima squadra, con l'obiettivo di far crescere i ragazzi per arrivare a giocarci. Abbiamo tanti ragazzi anche nelle categorie inferiori che hanno gli occhi addosso di squadre importanti e per noi questo è un motivo d'orgoglio, quindi se qualche nostro giocatore verrà ritenuto pronto per salire di categoria vale lo stesso. Come è successo domenica scorsa e come accadrà la prossima domenica verranno con noi anche dei 2005. Puntare su un gruppo così giovane, costituito quasi interamente da ragazzi provenienti dal vivaio, in un campionato difficile come la Promozione, ci permette di spendere un quarto rispetto ad altre società ed è un modo di fare calcio esemplare.

Ringraziamo Giovanni Bardocci per la disponibilità.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Promozione, Bardocci carica il Venturina nella corsa alla salvezza: "Due partite da vincere, poi vedremo"

LivornoToday è in caricamento