rotate-mobile
Calcio

Serie D, Livorno-Sangiovannese: le probabili formazioni. Pascali: "Obiettivo playoff, dobbiamo ripartire dal primo tempo di Figline"

Gli amaranto, ormai fuori dai giochi promozione, ospiteranno gli azzurri in un Picchi che si preannuncia quasi deserto. Out per squalifica Luci e Brenna

Per il Livorno, questo finale di stagione, rischia di trasformarsi in una lenta agonia. Il ko di Figline, subìto in rimonta, ha infatti definitivamente spento ogni speranza (già flebile) di promozione, con gli amaranto scivolati addirittura al quinto posto della classifica, l'ultimo utile per prendere parte ai playoff. E proprio l'accesso alla post-season sarà l'obiettivo (dal valore pressoché nullo, regolamento alla mano) della formazione di mister Pascali in questo finale di campionato: non entrare neanche tra le prime cinque del torneo significherebbe infatti fare addirittura peggio dello scorso (disastroso) torneo.

Il tecnico, per la sfida contro la Sangiovannese, in programma domenica 21 aprile alle 15 in uno stadio Armando Picchi che si preannuncia quasi deserto, riproporrà il 4-3-1-2 visto la scorsa settimana. In attacco, al fianco di Menga, potrebbe rivedersi dal primo minuto Rossetti, mentre in mezzo al campo ci sarà spazio per Tanasa, recuperato dal problema che lo ha costretto ai box a Figline, al posto dello squalificato Luci. In difesa a sostituire Brenna, espulso contro i gialloblù, dovrebbe invece esserci Schiaroli. 

Pascali: "Mantenere alte le motivazioni, dobbiamo cercare di riavvicinare i tifosi"

"Dobbiamo restare sereni e mantenere alta la motivazione per accedere ai playoff e poi, eventualmente, cercare di arrivare fino in fondo - ha dichiarato alla vigilia del match in conferenza stampa il tecnico Niccolò Pascali -. La squadra viene da un momento difficile, con sei punti raccolti nelle ultime sei partite: una media troppo bassa per una formazione che punta a qualcosa di più. I ragazzi in settimana hanno lavorato bene e la motivazione devono averla per forza, dato che giocano nel Livorno. Adesso dovrebbero pensare quasi come un allenatore, ovvero cercare di lasciare un ricordo positivo: è per questo che spesso i tecnici si mettono in gioco anche in situazioni difficili. La loro professionalità è eccelsa e sono convinto che daranno il massimo per onorare la maglia e la piazza. In questo momento - ha aggiunto - può essere fondamentale la motivazione dei ragazzi più giovani: molti di loro sono livornesi e per loro è come giocare nel Real Madrid. Dobbiamo dare l'opportunità a chi ci tiene". 

" La Sangiovannese - ha proseguito il tecnico analizzando gli avversari -  è una squadra che sta bene, che ha trovato dei giovani interessanti e che ha un'idea concreta di calcio. Hanno un allenatore preparato e nel girone di ritorno hanno dimostrato tanto tenendo un passo importante. Dobbiamo pensare però a noi stessi: dobbiamo ripartire dal primo tempo di Figline, in cui abbiamo fatto un'ottima prestazione con un approccio importante alla partita, cosa che forse a volte è un po' mancata. Dobbiamo continuare a lavorare su quei concetti, con una squadra un po' più a trazione anteriore e spingere sulle qualità individuali dei ragazzi. Ci vorrà senso di appartenenza per giocarsi la riconferma e per tentare di riavvicinare i tifosi i questo finale di stagione".

Pascali si è poi soffermato sulla formazione da opporre agli azzurri:  "Ci troviamo bene a giocare a quattro, è un sistema che avevamo già adottato ad inizio anno e che aveva portato anche dei risultati - ha affermato -. Dobbiamo ripartire da queste certezze per cercare di sviluppare un calcio offensivo. Certo di attaccarmi alle cose positive che sono state fatte dai due precedenti allenatori, professionisti che hanno vinto tanto. Hanno lasciato cose anche estremamente buone, poi ovviamente ognuno ha una propria idea di calcio: io credo che questa squadra abbia gli uomini per giocare con questo sistema di gioco. La società - ha aggiunto - mi ha dato la libertà di sperimentare cose diverse: dovevamo per forza provare a cambiare e credo che siamo sulla strada giusta. Attacco? Rossetti e Cori sono giocatori forti, giocare con un trequartista ed una punta più vicina può dare loro soluzioni in più".

Livorno-Sangiovannese, le probabili formazioni

Livorno (4-3-1-2): Facchetti; Frroku, Schiaroli, Ronchi, Curcio; Nardi, Tanasa, Bellini; Giordani; Menga, Rossetti. All. Pascali
Sangiovannese (4-3-1-2): Timperanza; Pertica, Farini, Masetti, Gianassi; Di Rienzo, Baldesi, Disegni; Cicarevic; Caprio, Rotondo. All. Rigucci

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie D, Livorno-Sangiovannese: le probabili formazioni. Pascali: "Obiettivo playoff, dobbiamo ripartire dal primo tempo di Figline"

LivornoToday è in caricamento