rotate-mobile
Calcio

Caso Tau-Figline, la società fiorentina: "Basta inesattezze, serie D conquistata sul campo"

La posizione della società fiorentina in un comunicato firmato dai propri avvocati: "Le indagini non sono ancora chiuse, altre notizie prive di fondamento sono lesive della reputazione degli interessati"

Una decisione da cui potrebbe dipendere anche il futuro del Livorno, rimasto sul campo in Eccellenza. È quella che verrà presa su quanto accaduto in Tau-Figline, partita dello scorso 11 maggio terminata sul punteggio di 5-1 e caratterizzata, nei minuti finali, da alcuni gol "regalati" dagli ospiti ai padroni di casa. Gli amaranto, che nelle scorse settimane hanno presentato un esposto per illecito sportivo in maniera congiunta ai lucchesi, potrebbero infatti essere promossi in Serie D qualora i gialloblù dovessero essere retrocessi all'ultimo posto della poule promozione. Uno scenario che, al momento, non viene però preso in considerazione dalla società fiorentina, la quale, in un comunicato firmato dagli avvocati Federico Bagattini ed Alberto Renzi, ha dichiarato di lavorare "all'allestimento di una rosa adeguata al Campionato Nazionale di Serie D che ha conquistato sul campo".

Scandalo Tau-Figline, l'accusa dei vincitori per i gol 'regalati' dagli avversari: "Hanno smesso di giocare"

"Notizie inesatte e prive di fondamento, indagini non ancora chiuse. La D conquistata sul campo"

"Si stanno rincorrendo sui social e su certi organi di stampa notizie relative alla nota vicenda che riguarda l'Asd Figline 1965 in alcuni casi inesatte, in altre destituite di fondamento nonché lesive della reputazione degli interessati - si legge nel comunicato -. In modo particolare, non è vero che le indagini federali siano chiuse, non è dato sapere cosa i tesserati dell'Asd Tau Calcio Altopascio abbiano dichiarato trattandosi di atti coperti da segreto, non ha ricevuto alcuna conferma la effettiva pendenza di un procedimento penale presso la Procura della Repubblica di Lucca, nulla è dato sapere sui tempi di celebrazione dell'eventuale giudizio disciplinare. Si precisa, inoltre, che le strategie difensive sino ad oggi realizzate sono da imputare alle scelte professionali compiute dallo scrivente che dunque se ne assume la completa ed esclusiva responsabilità".

"L'Asd Figline 1965 - si legge ancora - comunica infine di attendere con compostezza le determinazioni della Giustizia sportiva sia inquirente che giudicante proseguendo nel frattempo, oltre che al deciso potenziamento del settore giovanile, l'allestimento di una rosa adeguata al Campionato Nazionale di Serie D che ha conquistato sul campo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Tau-Figline, la società fiorentina: "Basta inesattezze, serie D conquistata sul campo"

LivornoToday è in caricamento