Calcio

Livorno, la storia è un caos. Gherlone: "Trofei all'Us, ma il titolo sportivo è ancora nostro"

Il liquidatore: "Accordo con Fernandez per dare all'attuale società quanto gli spetta, ma fino al 1987. Tra due giorni sapremo se dalla Lnd se hanno accolto la nostra domanda di iscrizione in sovrannumero"

Ancora due giorni (o forse anche meno), poi la Lega nazionale dilettanti, sezione Toscana, potrebbe mettere per sempre la parola fine alla storia dell'As Livorno calcio. Entro venerdì infatti, secondo quanto afferma il liquidatore Pier Paolo Gherlone, è prevista la risposta definitiva sull'eventuale iscrizione della squadra di Spinelli e soci in sovrannumero in un campionato dalla Promozione alla Terza Categoria. Tra massimo 48 ore quindi si dovrebbero avere anche le idee più chiare per quanto riguarda il titolo sportivo che, per ora, appartiene alla vecchia società la quale non ha nessuna intenzione di lasciarlo. 

L'accordo stipulato tra Gherlone e Fernandez Affricano (presidente onorario dell'Us Livorno) di concedere alla società di Toccafondi i trofei fino al 1987 (compresa la coppa Italia di serie C) risulta essere fine a se stesso dal momento che ad aver vinto quella competizione sarà sempre una squadra legata a un titolo sportivo. Titolo che, tuttavia, rivendica proprio l'As Livorno calcio, al momento ancora affiliata con la matricola storica 80895.

Così come a quest'ultima continueranno a essere legate la cavalcata in coppa Uefa o le ultime promozioni. Il paradosso quindi rischia di essere il seguente: l'Us potrà esporre nella sua sede la coppa Italia ma ufficialmente quella coppa apparterà invece alla società di Spinelli. Questa imbarazzante dicotomia può essere interrotta solamente dalla Federazione che dovrà esprimersi chiaramente una volta per tutte sul futuro dell'As. 

Futuro che, per il momento, sarebbe invece piuttosto chiaro secondo quanto dichiara Gherlone: "Abbiamo confermato all'Us Livorno la disponibilità a lasciargli quanto gli spetta fino al 1987 perché ha rappresentato un pezzo della storia calcistica di questa città. Quando vorranno venire in sede a ritirare quanto li spetta saranno i benvenuti. Noi però vogliamo dare continuità sportiva all'As Livorno ed è per questo che stiamo attendendo di sapere dalla Federazione se ci verrà concesso di iscriverci a un campionato in sovrannumero. Il titolo sportivo, qualora ci venisse data questa possibilità, è ancora nostro". 

Dal canto suo Fernandez non entra nei meriti della questione legata al titolo sportivo, ma si limita a commentare positivamente l'accordo raggiunto: "Sono felice del risultato ottenuto perché quei trofei appartengono ai tifosi e alla città. Adesso gran parte di quanto vinto prima del 1987 è al sicuro". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Livorno, la storia è un caos. Gherlone: "Trofei all'Us, ma il titolo sportivo è ancora nostro"

LivornoToday è in caricamento