rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Sport

Livorno escluso dalla serie D, il sindaco attende il titolo sportivo dalla Figc e cerca imprenditori: il piano per la rinascita

La lettera al presidente della Figc Gravina, la call per trovare nuove realtà o gruppi interessati a fare calcio e garantire un futuro all'amaranto. Ma il tempo stringe, il rischio è che non ce ne sia abbastanza per ricostruire

C'è un piano per la rinascita immediata del Livorno calcio. A presentarlo sarà il sindaco di Livorno, Luca Salvetti, alle 16 di oggi 6 agosto in una conferenza stampa indetta al Cisternino di città. Un incontro che LivornoToday seguirà in diretta Facebook e su questa pagina. Sotto, l'articolo che spiega la situazione al momento dell'esclusione dal campionato di serie D. 

Aggiornamento 6 agosto 2021, ore 16

Il Livorno è morto, lunga vita al Livorno. E speriamo che sia davvero così, in continuità con una storia centenaria che non poteva più essere portata avanti da una società colpevole di averla calpestata, umiliata, infangata. L'esclusione dalla serie D, ratificata ieri 5 agosto dal Consiglio direttivo della Lega Nazionale Dilettanti, ha messo la parola fine a trent'anni di As Livorno calcio srl, ultima titolare del titolo sportivo che fu della grande Unione Sportiva e che da 106 anni è vanto e gloria di una città. Quel titolo che, al di là di eventuali ricorsi da parte di ciò che resta dell'As al Collegio di garanzia del Coni, il presidente federale Gravina potrebbe già revocare all'attuale società affiliata semplicemente applicando l'articolo 16, comma 7, secondo cui, appunto, "il presidente federale delibera la revoca della affiliazione di una società alla F.I.G.C. in caso di liquidazione della società stessa ai sensi del codice civile". Ovvero, lo stato in cui si trovava - e chissà, magari ancora potrebbe trovarsi - l'As Livorno al momento della richiesta di iscrizione al campionato.

As Livorno escluso dalla serie D, la sentenza del Consiglio di Lega: "Debiti e stadio, iscrizione inammissibile" 

E proprio dall'auspicata e immediata revoca del titolo sportivo all'As, nasce il piano di Salvetti per cercare di dare un futuro al Livorno fin da subito. Il sindaco ha infatti già richiesto, tramite lettera al presidente federale, di ottenere il titolo per cercare di affidarlo a una nuova società da iscrivere in sovrannumero al campionato di serie D per meriti sportivi. Scartata dunque l'ipotesi di trasformazione della Pro Livorno Sorgenti (al momento la prima squadra della città regolarmente iscritta in serie D), l'idea è appunto quella di "trovare una realtà o un gruppo interessato alla gestione di una nuova società a cui affidare il titolo e il futuro del Livorno calcio". Che potrebbe persino tornare al vecchio marchio storico Us Livorno, se ci fossero i presupposti, gestito da uno o più imprenditori mediamente forti individuati da una call aperta a possibili investitori, poi valutati da una commissione tecnica comunale. Di certo, il tempo gioca contro e appare difficile il tentativo di salvare, se non la storia, almeno la prossima stagione. Il rischio è di rimanere un anno senza Livorno, ma il sindaco, intervenuto ieri a commento dell'esclusione dal campionato, è già al lavoro per trovare una soluzione.

Salvetti: "Livorno ostaggio di una gestione arruffata, ora si apre un percorso"     

"La decisione relativa all'esclusione dell'A.S. Livorno calcio è indubbiamente un'amarezza perché nessun sportivo amaranto può essere felice nel vedere cancellata la sua squadra del cuore dal campionato - le parole del sindaco -. Contemporaneamente l'esito del direttivo della Lega sembra porre la parola fine ad un periodo assurdo e avvilente in cui il Livorno calcio è stato ostaggio di una gestione arruffata e inconcludente che ha portato alla retrocessione sul campo nella quarta serie".

"Adesso si apre un percorso tutto da costruire - ha concluso Salvetti -. Siamo in attesa di comunicazioni circa le sorti del titolo sportivo e del campionato a cui ci sarà consentito partecipare. Intanto però stiamo già lavorando sulla procedura esplorativa volta a trovare una realtà o un gruppo interessato alla gestione di una nuova società a cui affidare il titolo e il futuro del Livorno calcio".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Livorno escluso dalla serie D, il sindaco attende il titolo sportivo dalla Figc e cerca imprenditori: il piano per la rinascita

LivornoToday è in caricamento