rotate-mobile
Domenica, 16 Giugno 2024
Sport

Basket, serie B | Libertas-Pielle, le pagelle: dominio e orgoglio amaranto, Pagani la sola luce biancoblù

Grandissima prova dei ragazzi di Andreazza che toccano il +39 come massimo vantaggio e nel finale raccolgono il meritato abbraccio del popolo libertassino. Sugli scudi Ricci e Tozzi, in casa Caffè Toscano si salva solo Pagani

Solo una squadra in campo: la Libertas. C'è poco da aggiungere in un derby di certo meno spettacolare rispetto all'andata, quando in palio c'erano punti pesantissimi e la partita fu tiratissima, perché gli amaranto lo dominano in largo e in lungo fin dalle battute iniziali con Williams che indirizza subito la partita con una tripla. Lo seguono a ruota Ricci e Fratto che scavano un divario di 21 punti al termine del primo quarto che annichilisce avversari e tifosi biancoblù, sfiduciati da una prestazione davvero incolore dei propri beniamini.

+++ SPECIALE DERBY LIBERTAS-PIELLE +++

Ne viene fuori una partita che per la Pielle è un calvario fino alla sirena finale (si salva solo Pagani), mentre la Libertas viaggia sul velluto sospinta dagli Sbandati e da mezzo Modigliani amaranto. Finisce 76-52 in un tripudio libertassino, mentre i Rebels, nonostante l'approdo ai playoff da primi della classe, pretendono spiegazioni dopo una prova umiliante nel derby. Sugli scudi, se proprio si deve scegliere qualcuno, Ricci e Tozzi, mentre nella Pielle il solo Pagani riesce a combinare qualcosa di buono.

Akern Libertas Livorno-Caffè Toscano Pielle Livorno 76-52: strapotere amaranto nel derby del Modigliani Forum

AKERN LIBERTAS LIVORNO

Buca 7: il 216cm amaranto non sente il peso degli 8mila del Modigliani Forum, dà il cambio a Fantoni come se giocasse da sempre i derby, spende cinque falli in 12' e mette sul parquet tanta sostanza che basta a contenere i lunghi Pielle

Bargnesi 7: il play marchigiano si vede con meno scorribande rispetto al solito e una regia più ragionata, ma l'apporto in 23' è sempre di grande qualità. Realizza 11 punti, asfissia i portatori di palla biancoblù, domina con classe su entrambi lati del campo

Fratto 7,5: gladiatore e non si scopre certo oggi. Glaciale al tiro nelle battute iniziali quando c'è da indirizzare la partita, insuperabile nel pitturato quando c'è da fare legna e limitare il talento biancoblù

Williams 7,5: sta in campo 29 minuti, sbaglia solo un pallone dietro la schiena quando la Libertas è già a +6 dopo pochissimi minuti, poi è di una precisione come la prima tripla che apre le danze amaranto al Modigliani 

Fantoni 8: totale. Tommaso non sente il peso delle 39 primavere, si piazza in area ed alza un muro sul quale si schianta chiunque abbia una canottiera biancoblù. Concentratissimo, non sorride mai per 40'. Poi sfodera 32 denti bianchissimi quando va a raccogliere l'abbraccio del suo popolo  

Tozzi 8: monumentale. In questo ragazzo di San Miniato la Libertas ha trovato tutto: classe, potenza, spirito di abnegazione, soluzioni. Andreazza lo ripropone come 'tre', obbligato dalle rotazioni più corte, lui strappa 13 rimbalzi, stoppa qualsiasi cosa e mette a referto nove punti che fanno male.

Ricci 8,5: giusto mezzo punto in meno perché cala un po' nella ripresa sporcando le percentuali, ma Amos è una furia incontenibile per la difesa biancoblù. Dall'arco, in arresto e tiro o in penetrazione Ricci fa sempre male, mentre gli otto rimbalzi (uno in più del migliore in casa Caffè Toscano) per uno che gioca guardia sono la dimostrazione che il 12 amaranto padroneggia anche sotto le plance 

Saccaggi 7: quando serve una bomba per far capire che non c'è spazio per una rimonta, Saccabomb si fa trovare al posto giusto nel momento giusto. Ne mette anche un altro paio dalla media distanza, non male per uno che gioca pieno di acciacchi ma non si risparmia mai

Allinei 6: il ragazzo deve alzare bandiera bianca nell'intervallo per un risentimento che lo esclude dalla seconda parte del derby. Partecipa alla festa senza segnare ma annullando Chiarini. Il talento classe 2004 farà comodo eccome nei playoff. Giusto averlo risparmiato

Andreazza 7,5: non ha Lucarelli e Terenzi, Allinei si ferma dopo 20' e Ricci e Saccaggi giocano zoppicanti. E allora Andreazza trova altre soluzioni con Tozzi riproposto da 'tre', Williams e Bargnesi a lungo insieme sul parquet e la solita difesa granitica che aiuta anche l'attacco. Si porta avanti 4-2 nei confronti diretti con Cardani, i derby sono il suo pane  

Madeo, Balestri, Lucarelli ne

Libertas-Pielle, rivivi il live della partita

CAFFÈ TOSCANO PIELLE LIVORNO

Ferraro 6: si vede fin dall'inizio che è uno dei pochi a voler giocare il derby, ad esserci con la testa. Peccato che i suoi compagni non lo seguano e alla fine la sua prestazione sia la sola degna di nota in casa Caffè Toscano insieme a Pagani

Chiarini 4,5: El jefecito lascia la garra negli spogliatoi e diventa preda dei tentacoli Libertas che ne annullano il talento. Prova a suonare la carica con la bomba del -18 sul finale di primo tempo, ma nella ripresa si perde nuovamente nel mare amaranto

Rubbini 4,5: è il giocatore che Andreazza teme di più perché segna, detta i tempi, mette in condizione i compagni di prendere i migliori tiri e, quando serve, tira fuori dal cilindro una magia. Peccato che il mago, questa sera, abbia dimenticato bacchetta e cappello

Pagani 7: fosse solo per il fatto che si sbatte fino alla fine, anche quando la Libertas tocca il massimo vantaggio (+39). Alla fine mette a referto 24 punti, dieci daei quali dai liberi. Di gran lunga il migliore tra i biancoblù, è il solo che alla fine riesce a guardare negli occhi i suoi tifosi

Manna 5,5: Cardani gli riserva un minutaggio più ampio sperando nella novità, ma anche il giovane numero 7 non trova mai lo spunto o la giocata per riaccendere la fiammella. Non era certo lui, comunque, a dover cambiare le sorti del derby

Lo Biondo 4,5: il cigno di Legnano stecca e non è la prima volta in un derby. Prende quattro tiri in 25', niente per il miglior realizzatore della Pielle dopo Chiarini. Resettare e ripartire, nei playoff c'è un gran bisogno di Lo Biondo

Diouf 5: Momo è sempre generoso, ma contro Fratto e Fantoni servirebbe tanto di più. Magari non una partita alla Pagani, ma neppure da due punti e due rimbalzi in 11' 

Loschi 5: la palla non gira, la Pielle fatica a prendere tiri puliti e lui ci prova forzando qualche penetrazione: il risultato sono palle perse e conclusioni mai pulite, zero punti in 17' e una difesa dispendiosa ma mai totalmente lucida. 

Campori 5: niente da fare, anche il capitano si iscrive al registro degli assenti. Due falli, tre tiri sbagliati dal perimetro e una palla persa in 22', una delle peggiori prestazioni da quando veste la maglia Pielle

Laganà 5: due bombe nel finale buone solo per le statistiche. Cardani lo tiene in campo più di Rubbini, la squadra però continua a non girare neanche con il figlio d'arte 

Cardani 5: se la Pielle non scende in campo la colpa è inevitabilmente anche sua. Partita preparata male, dirà poi in conferenza stampa, e giocata anche peggio. È la quarta sconfitta in sei derby, la seconda pesantissima. Recita il mea culpa e chiede scusa a tifosi e società, ma resta comunque l'artefice di un grandissimo campionato con 16 vittorie di fila nel girone di ritorno. Non troverà più la Libertas, ma l'importante è che ritrovi la sua Pielle

Dadomo, Cristofani ne

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Basket, serie B | Libertas-Pielle, le pagelle: dominio e orgoglio amaranto, Pagani la sola luce biancoblù

LivornoToday è in caricamento