rotate-mobile
Mercoledì, 28 Settembre 2022
Livorno Calcio

Raicevic match-winner, Giannetti in ombra: le pagelle di Livorno-Venezia

Gli amaranto strappano la vittoria in pieno recupero. Giusto premio per la prestazione offerta dalla squadra di Breda

Il Livorno, nel posticipo della venticinquesima giornata di Serie B, supera di misura il Venezia (1-0 il risultato finale) grazie alla rete in pieno recupero di Filip Raicevic. È lui il match winner del gara contro i lagunari e l'uomo di copertino della partita: bene anche Agazzi, in ombra Giannetti e Murilo.

La cronaca della partita

Le pagelle

Zima 6: partita praticamente da spettatore. Due sole parate, entrambe su conclusioni dalla distanza di Lombardi sulle quali il portiere ceco non si fa sorprendere.

Gonnelli 6,5: si nota poco e questo, per un difensore, è un pregio non da poco. Attento nelle chiusure, gioca pulito rischiando il meno possibile. Un passo avanti dopo l'opaca prestazione della scorsa settimana.

Di Gennaro 6,5: sempre preciso e puntuale negli interventi. Arrivato quest'estate da sconosciuto, sta dimostrando che, in questa categoria, ci può stare alla grande. La sua assenza a Lecce si è fatta sentire.

Bogdan 6,5: una garanzia. Offre l'ennesima buona prestazione, fatta di concentrazione, tecnica e fisicità. Lombardi lo salta una sola volta, costringendo il croato a spendere il fallo da giallo.

Valiani 6,5: rispolverato dopo un paio di panchine, Ciccio, a discapito della carta d'identità, dimostra ancora una volta la sua utilità. Meno proiezioni offensive rispetto a quanto fa Porcino sull'altra corsia, ma il suo contributo si fa sentire eccome.

Agazzi 7: in mezzo al campo tutti i palloni passano dai suoi piedi. Contrasta, imposta, accompagna l'azione, prova il tiro in porta. E solo il palo gli nega la gioia del gol. Motorino

Luci 6: meno appariscente del suo compagno di reparto in mezzo al campo, ma comunque prezioso e fondamentale per le sorti amaranto. Da buon capitano, lotta su ogni pallone.

Porcino 6,5: prima presenza da titolare da quando c'è Breda sulla panchina amaranto e l'ex Catania risponde presente. Parte subito con il piglio giusto, mettendo in mezzo all'area diversi palloni interessanti. Gli capita sui piedi anche l'occasione per sbloccare il match, ma la sua conclusione non è delle migliori. Cala nella ripresa, fino al cambio. (65' Kupisz 6: solita corsa e solito dinamismo sulla corsia destra)

Murilo 5,5: parte da trequartista, ruolo atipico per lui, e il brasiliano spesso fatica a trovare la posizione giusta. L'impegno però non manca e, sul tramonto del primoo tempo, va anche vicino al gol. (59' Dumitru 6: entra con la voglia giusta, ma, alla resa dei conti, non incide. Fino all'assist per Raicevic)

Giannetti 5: l'impegno non si discute, ma da uno come lui ci si attende molto di più. Ed invece Niccolò fa fatica a rendersi pericoloso in zona gol, non trovando mai lo spunto vincente. (70' Rocca sv)

Raicevic 7: sgomita, lotta, si danna l'anima, sfiora più volte il gol e, al 92' finalmente lo trova. Partita di spessore, quella del montenegrino, imprescindibile per questa squadra.

Breda 7: l'assenza di Diamanti è di quelle che si fa sentire, ma il tecnico trevigiano riesce a schierare una formazione che entra in campo subito con il piglio giusto, rendendosi pericolosa in più circostanze. E il gol nel finale di Raicevic è il giusto premio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raicevic match-winner, Giannetti in ombra: le pagelle di Livorno-Venezia

LivornoToday è in caricamento