rotate-mobile
Livorno Calcio

Spinelli torna allo stadio e lo divide: fischi dalla Nord, applausi in tribuna

Nonostante l'ottavo utile consecutivo della squadra, prosegue la contestazione della Nord al presidente del Livorno. Ma il resto dello stadio è con lui

Livorno e Cosenza sono entrate in campo e attendono soltanto il fischio d'inizio. A un certo punto però gli spettatori della tribuna distolgono l'attenzione dal terreno di gioco, si alzano in piedi e fanno partire un applauso scrosciante. Il motivo? Nel palchetto d'onore è appena comparso Aldo Spinelli, con il fedelissimo Silvano Siri al seguito. Il presidente, quasi commosso da questa accoglienza, ringrazia il pubblico e contraccambia l'applauso prima di sedersi al suo solito posto. Era dalla sfida contro il Lecce che il patron non metteva piede allo staio e allora se ne andò a metà secondo tempo con la sua squadra sotto di tre reti. Questa volta, invece, Spinelli rimane fino al triplice fischio al termine del quale libera tutta la sua gioia per la vittoria ai danni del Cosenza

La contestazione degli ultras

La presenza di Spinelli, come era lecito aspettarsi, ha spaccato di fatto in due lo staio. La curva Nord, proseguendo con la sua contestazione verso la società, ha intonato più di un coro contro il numero uno. Pronta però la risposta dalla tribuna che ha fischiato sonoramente gli ultras che, a loro volta, hanno risposto con "Voi siete un pubblico di m.....". Il presidente, come ha sempre fatto, non ha dato peso a tutto ciò e al termine della partita ha salutato quei tifosi che gli sono sempre stati al fianco e, dopo essere passato a salutare la squadra negli spogliatoi, ha ripreso la direzione di Genova. 

Il gelo con il dg Mirko Peiani

Oltre alla spaccatura tra tribuna e curva Nord, i più attenti hanno notato anche un altro aspetto. Nel palchetto d'onore Spinelli era accanto a Siri e a una sua persona di fiducia. Peiani, socio di minoranza, invece è stato tutto il tempo da una parte senza di fatto avere contatti con la dirigenza. L'impressione è che tra i due sia calato il gelo alla luce anche delle mancate promesse fatte dall'attuale direttore generale. Non sarebbe una novità quindi se a fine campionato, o anche prima, le due strade si separassero. 



 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spinelli torna allo stadio e lo divide: fischi dalla Nord, applausi in tribuna

LivornoToday è in caricamento