Crisi Livorno, ore contate per Breda: lunedì la scelta del nuovo allenatore

La sconfitta col Trapani sembra ormai aver segnato il destino del tecnico trevigiano. Per la panchina spuntano anche i nomi di Ballardini, Iachini e Antonio Filippini

A più di 24 ore dalla sconfitta interna con il Trapani, tutto tace in casa Livorno. Se Roberto Breda, ormai sempre più vicino all'esonero, è stato il solo a parlare dopo la disfatta contro i siciliani, alla squadra è stato imposto il silenzio stampa, mentre dalla società non trapela niente di ufficiale. Il destino del tecnico trevigiano sembra tuttavia segnato e proprio in queste ore la società di via dell'Indipendenza sta valutando alcuni profili che lunedì 25 novembre, intorno all'ora di pranzo, dovranno essere presentati al presidente Spinelli dal figlio Roberto, amministratore delegato del Livorno, e dal ds Elio Signorelli.

Disastro Livorno, Breda verso l'esonero: i possibili sostituti

Livorno, si propone Ballardini: ma c'è anche l'ipotesi Filippini

Oltre ai nomi emersi nell'immediato post partita di sabato (Pillon su tutti, poi Castori e Di Biagio), al Livorno si sarebbe proposto Davide Ballardini, 55enne tecnico ex Genoa e Palermo fermo da un anno dopo essere stato licenziato nell'ottobre 2018 dalla guida dei rossoblù. Contatti anche con Beppe Iachini, allenatore che in serie B vanta 4 promozioni (Chievo, Brescia, Sampdoria e Palermo) e reduce dalla breve esperienza a Empoli, dove lo scorso anno in serie A subentrò al posto di Andreazzoli lasciandogli nuovamente il posto dopo aver conquistato 16 punti in altrettante partite.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Soluzioni, queste, che dovranno trovare d'accordo il presidente, il quale sembrerebbe tuttavia intenzionato a puntare su un giovane grintoso, affiancato magari da un uomo di esperienza, per risollevare le sorti della squadra. Un'idea che risponderebbe al nome di Antonio Filippini con Ezio Gelain in panchina come direttore tecnico. Una scommessa, considerata la brevissima carriera da allenatore dell'ex motorino di centrocampo, da giocatore per quattro anni in maglia amaranto. Ma, senza nulla togliere a un professionista serio come Filippini, in questo momento il Livorno non ha certo bisogno di scommesse.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piombino, violenta e deruba una 70enne sulla spiaggia: arrestato 35enne

  • Coronavirus, impennata di nuovi positivi: 176 tra Livorno e provincia, 1145 in Toscana. Il bollettino di giovedì 22 ottobre

  • Tragedia alla Rosa, accusa un malore e muore a 56 anni davanti al marito

  • Coronavirus, non rispettano l'isolamento fiduciario e passeggiano per strada: denunciati padre e figlia

  • Livorno, inizia l'era di Giorgio Heller: "Piazza importante, pronti a rinforzare la squadra. Le pendenze? Saranno saldate"

  • Coronavirus nelle Rsa, boom di casi: oltre 100 i positivi tra ospiti e operatori. E Coteto diventa struttura Covid

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LivornoToday è in caricamento