rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Livorno Calcio

As Livorno, oggi la decisione sul ricorso per l'ammissione in serie D: destino scritto e comunque lontano dal Picchi

Si riunisce il Consiglio di Lega, la società amaranto pronta a ricorrere anche al Consiglio di Garanzia del Coni in caso di esclusione. E intanto la giunta nega lo stadio

+++AGGIORNAMENTO DELLE 17: AS LIVORNO ESCLUSO DALLA SERIE D+++

È attesa per oggi, giovedì 5 luglio, la decisione del Consiglio direttivo di Lega sul ricorso presentato dall'As Livorno calcio per l'ammissione al campionato di serie D, stagione 2021/2022. Una decisione che, a termini di regolamento, appare scontata verso l'esclusione, considerando la documentazione incompleta presentata in sede di iscrizione dalla società di via dell'Indipendenza - in quel momento ancora formalmente in liquidazione - e la mancata integrazione successiva, sostituita soltanto da qualche chiarimento arrivato comunque in maniera tardiva. Precisazioni in cui, assicuravano ieri fonti vicine alla società, sarebbero addirittura stati indicati anche un campo di gioco e la copertura integrale degli stipendi arretrati secondo una procedura "consentita" dalla Lega. Ragioni per cui, nel caso oggettivamente più probabile di una esclusione dal campionato e in base alle motivazioni data dal Consiglio di Lega, l'As Livorno potrebbe persino ricorrere ancora, in ultima istanza, al Consiglio di garanzia del Coni.

Caos Livorno, Salvetti: "Situazione assurda da commedia dell'arte. Così impossibile dialogare e concedere lo stadio" 

As Livorno, stadio negato. Il Comune: "Gravi danni all'immagine della città"

Sarebbe questo l'ennesimo prolungamento di un'agonia al quale nessuno, a Livorno, si augura di dover assistere. Di certo, nell'eventualità di una impensabile ammissione alla serie D, l'As non giocherebbe all'Armando Picchi. Dopo lo sfratto per il mancato pagamento dei debiti arretrati (circa 260mila euro poi saldati con l'escussione di una fideiussione contestata da Spinelli) e l'intervento del sindaco Salvetti a commento di una "situazione assurda", è arrivata anche una decisione di giunta del 30 luglio che nega all'As Livorno calcio srl l'utilizzo dello stadio comunale per tutta la stagione 2021-2022. 

"Il comportamento tenuto nel corso degli ultimi mesi dal Livorno - si legge nelle motivazioni della delibera - ha recato importanti danni all’immagine della città in ambito calcistico e sportivo, nonché gravi disagi agli atleti di tutte le età militanti nel Livorno. La diffida da parte di Spinelli riguardante l'escussione della polizza fideiussoria stipulata con la Banca del Monte di Lucca evidenzia la volontà di permanere nello stato di insolvenza". Qualunque sia il destino dell'As Livorno, dunque, sarà sicuramente lontano dal Picchi.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

As Livorno, oggi la decisione sul ricorso per l'ammissione in serie D: destino scritto e comunque lontano dal Picchi

LivornoToday è in caricamento