menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Andrea Mazzarani con la maglia del Novara - Foto Ansa

Andrea Mazzarani con la maglia del Novara - Foto Ansa

Caos Livorno, inizia l'esodo dei giocatori: Mazzarani, Maestrelli e Kasa i primi a lasciare il Coni

Gli "acquisti in sospeso" hanno svuotato l'armadietto del Coni di Tirrenia in seguito al mancato arrivo della fideiussione e faranno ritorno alle società di provenienza. Al momento restano in amaranto gli svincolati Mbaye, Suciu, Gemignani, Bussaglia e Marcone, liberi comunque di andarsene

Iniziano a svuotarsi gli armadietti del Centro Coni di Tirrenia, sede degli allenamenti quotidiani del Livorno. L'attesa fideiussione di circa un milione di euro che avrebbe dovuto permettere il tesseramento dei nuovi acquisti non è infatti ancora arrivata e adesso, per quei giocatori da settimane nel gruppo di Dal Canto ma che con la maglia amaranto non sono mai potuti scendere in campo, si aprono le porte dello svincolo o, nel caso di coloro che provengono da altre società, il ritorno alla casa madre. Una situazione avvilente, con la sopravvivenza del club che, di ora in ora, è sempre più affesa a un filo.

Navarra lascia il Livorno: "Mi arrendo, non ci sono le condizioni per andare avanti"

Livorno, iniziato l'esodo dei calciatori: Mazzarani, Maestrelli e Kasa lasciano il Coni

I primi a fare la valigia, in un clima surreale e di generale preoccupazione, sono stati il difensore Andrea Maestrelli, il centrocampista Redi Kasa ed il fantasista Andrea Mazzarani, i quali, dispiaciuti, hanno svuotato il loro armadietto dopo aver ricevuto la Pec che ne annunciava il rigetto del trasferimento. Per loro, dopo giornate vissute nell'attesa e nell'incertezza, si prospetta un ritorno a Catania, Arezzo e Parma, club che ne detengono rispettivamente il cartellino. Il loro destino, però, potrebbe anche essere altrove: la Lega, valutata la situazione, potrebbe infatti concedere a questi giocatori la possibilità di sottoscrivere contratti in deroga con altre società. Compreso il Livorno, se, come i tifosi amaranto si augurano, nei prossimi giorni dovesse essere trovata una soluzione alla crisi societaria con un nuovo equilibrio all'interno del cda. Alcuni di loro, incredibilmente per quanto possiamo dirlo con certezza, sarebbero pure contenti di tornare.

Caos Livorno | Amaranto verso il baratro, Salvetti: "Basta ripicche e partite a poker, nessuno può calpestare la dignità della città"

Intanto restano ancora in amaranto, in quanto svincolati, Bussaglia, Marcone, Gemignani, Suciu e Mbaye, ma la sensazione è che anche loro a breve lasceranno Livorno. Gli altri calciatori sotto contratto, che invece sono scesi in campo in queste prime giornate di campionato, al momento dovrebbero rimanere, ma non è da escludere che, vista la piega che sta prendendo la stagione, possano chiedere la rescissione del contratto per cercare una sistemazione più consona nel prossimo mercato di gennaio. 

L'addio dei "nuovi acquisti" mette ancora più in difficoltà Alessandro Dal Canto: il tecnico amaranto doveva già fare i conti con una rosa ridotta ai minimi termini e, per questo, aveva invocato, in più di un'occasione, l'arrivo di nuovi elementi. Purtroppo non è stato accontentato e adesso, se non ci saranno cambiamenti improvvisi, sarà costretto a schierare praticamente la stessa formazione ogni giornata gettando nella mischia ragazzini delle giovanili. Con il timore che anche lui, prima o poi, possa gettare definitivamente la spugna, 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Estate 2021 | Effetto Venezia, Straborgo, Caprilli, gare remiere, Mascagni Festival: il calendario degli eventi in programma a Livorno

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LivornoToday è in caricamento