Livorno Calcio

Livorno, aperta la 'call' per soggetti interessati al titolo. Salvetti: "In cinque si sono già fatti avanti. Tempi stretti, faremo il possibile"

Il sindaco ha presentato il piano per tentare di ripartire subito dalla serie D: "Il regolamento e la vicinanza dei campionati non giocano a nostro favore, ma ci sono speranze. Alcuni imprenditori hanno già chiesto informazioni"

Una procedura esplorativa per cercare soggetti interessati al Livorno calcio, con la speranza che la Lega Nazionale Dilettanti accetti una nuova società in sovrannumero e consenta l'iscrizione al prossimo campionato di serie D. Questo il progetto che il sindaco Luca Salvetti ha presentato, nel pomeriggio di oggi 6 agosto, alla città dopo che ieri il Consiglio direttivo Lnd aveva ratificato l'esclusione dell'As Livorno dalla quarta serie. "È un percorso impegnativo per il quale i tempi sono già stretti ora - ha sottolineato Salvetti -. Per questo ho indetto una 'call' rivolta ai soggetti interessati che saranno valutati da una commissione speciale entro mercoledì prossimo 11 agosto".

Almeno cinque gli imprenditori che, informalmente, si sono già fatti avanti. Se si presenteranno alla chiamata del sindaco, saranno poi valutati in prima istanza dalla commissione comunale formata dallo stesso sindaco, in qualità di riferimento della città, dal commercialista Claudio Puccetti e da due personaggi profondamente legati alla storia amaranto: l'ex ds Roberto Tancredi e Osvaldo Jaconi, l'allenatore protagonista della storica promozione in serie B nell'ormai lontano 2002. Il tempo massimo manifestare interesse, sia da parte di singoli imprenditori che cordare, è stato fissato per martedì o mercoledì 11 agosto, termine subito dopo il quale la commissione trasmetterà le proprie valutazioni alla Federazione.

Livorno, corsa contro il tempo per tentare l'impossibile

"Abbiamo pochissimo tempo per permettere la nascita del nuovo Livorno e c'è il rischio di non farcela - ha esordito Salvetti davanti alla stampa e a una rappresentanza di tifosi -. Ma già prima dell'esclusione dalla D mi ero sentito con il presidente della Figc Gravina al quale ho inviato una lettera chiedendo che una eventuale nuova società fosse ammessa in quarta serie in sovrannumero. La Lega sta valutando la proposta con grande attenzione e mi darà una risposta nel breve tempo. Solo in questo caso sapremo in quale campionato giocherà il Livorno. Per regolamento, ci toccherebbe la terza categoria, ma ho spiegato che una realtà come la nostra non può finire così per la storia del Livorno e l'importanza della città a causa di una gestione scellerata come quella avuta finora. Il titolo sportivo? La revoca non c'è ancora formalmente stata ma in un certo modo abbiamo avuto rassicurazioni".

La 'call' per individuare soggetti interessati al Livorno: mercoledì la scadenza per presentarsi

Per cercare imprenditori interessati a far rinascere il calcio in città, il sindaco ha appunto avviato una procedura esplorativa o 'call', come lui stesso l'ha definita, alla ricerca di persone che abbiano a cuore la squadra siano in grado di fare calcio: "Entro martedì o mercoledì 11 agosto i soggetti interessati dovranno portare un progetto economico e sportivo serio - ha continuato il sindaco -. In questi giorni ho già ricevuto molte telefonate, almeno cinque imprenditori, e a tutti ho spiegato il tipo di percorso che devono fare. La nuova società avrà come punto di riferimento lo stadio Armando Picchi e nella denominazione dovrà categoricamente esserci la parola 'Livorno'. La mia speranza è che alla fine si potrà chiamare Unione sportiva Livorno 1915, con la disponibilità dello storico marchio rilevato nei mesi scorsi da Enrico Fernandez Affricano. Inoltre, chiederemo che vengano presi in considerazione i vecchi dipendenti dell'As Livorno".

Salvetti incontri tifosi livorno calcio-2

Puccetti, Tancredi e Jaconi in commissione: ecco chi valuterà gli imprenditori

"Tutti gli interessati, sempre che poi si presenti qualcuno, saranno passati sotto la lente di ingrandimento dalla commissione speciale. "Puccetti - ha spiegato il sindaco - è un professionista serio ed esperto che ha già lavorato nel Livorno. Tancredi e Jaconi non hanno bisogno di presentazioni. Il gruppo sarà a disposizione per incontrare imprenditori che prenderanno appuntamento con la mia segreteria (paceccarini@comune.livorno.it, 0586.820260). Una volta che sarà individuato il soggetto migliore, la palla passerà alla Federazione per capire se ha effettivamente le carte in regola per poter stare nel mondo del calcio. La nostra speranza è che questa operazione si possa concludere nel giro di una settimana".

Pro Livorno e azionariato popolare, cosa può succedere 

Abbandonata la pista Pro Livorno Sorgenti, "che ringrazio per la disponibilità e con la quale potrebbe essere riaperto un dialogo in caso non ci fossero i presupposti per ripartire dalla serie D, Salvetti ha chiarito i rapporti con Livorno Popolare. "Starà al nuovo soggetto individuato decidere come e se interfacciarsi con un azionariato popolare - ha detto il sindaco - ma devo dire che alcuni degli imprenditori che mi hanno contattato sarebbero felici di avviare un percorso che includa i tifosi. Imprenditori livornesi? Come singolo non si è fatto avanti nessuno, ma ci sarebbero diverse cordate disposte a sostenere un soggetto più forte".

Un milione per ripartire dalla D, 600mila euro dall'Eccellenza

Un'ultima battuta su Spinelli e gli altri soci: "Ci hanno portato fino al 6 agosto e penso che vogliano continuare la loro 'battaglia' con altri ricorsi. Purtroppo questo comportamento ha fatto sì che i tempi per non restare senza calcio siano stretti. La serie D parte il 15 settembre, l'Eccellenza e gli altri campionati a inizio ottobre e c'è il rischio concreto si resti un anno fermi. Senza contare che, qualora si individuasse un soggetto valido, si dovrà formare anche una squadra di calcio, scegliere un campo di allenamento ed essere pronti per la prima giornata. I soldi da investire? Non ci sono regole scritte, ma per una serie D competitiva servirebbe un milione di euro, per l'Eccellenza 600 mila euro".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Livorno, aperta la 'call' per soggetti interessati al titolo. Salvetti: "In cinque si sono già fatti avanti. Tempi stretti, faremo il possibile"

LivornoToday è in caricamento