rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Livorno Calcio

Livorno calcio, Breda non parla di Mazzoni e guarda al campo: "La classifica ora non conta nulla"

Il tecnico degli amaranto ha parlato durante l'incontro promosso da Nedo Di Batte al Centro Le Fate: "Lavoriamo bene, avanti con fiducia"

Avrebbe dovuto essere una giornata di festa, ma, nel tardo pomeriggio, è scoppiata la bomba: Luca Mazzoni è stato trovato positivo ad un controllo antidoping dopo la gara Lecce-Livorno, disputatasi lo scorso 17 febbraio. Una notizia che ha macchiato la bella iniziativa lanciata dal presidente del club amaranto "Il Campanile" Nedo Di Batte, che, per promuovere l'accordo di partnership del negozio Dog & Company con il Livorno Calcio, ha organizzato al Centro Commerciale "Le Fate" un incontro aperto al pubblico con la presenza di Roberto Breda, tecnico degli amaranto, Mauro Facci, direttore sportivo, e Maurizio Laudicino, ex responsabile dell'area marketing (ruolo assunto da Mirco Peiani, come si legge nell'organigramma societario sul sito dell'As Livorno Calcio). Assente invece Igor Protti, costretto a dare forfait a causa di un imprevisto dell'ultimo minuto.

Inevitabile che il primo argomento toccato fosse quello riguardante Mazzoni, con Facci, unico autorizzato a parlare della vicenda, che ha così affermato: "Siamo scioccati, è una notizia che ha colto di sorpresa anche noi" (qui le dichiarazioni integrali).

L'attenzione, dopo che Di Batte ha voluto ringraziare tutti i presenti, commuovendosi al ricordo del nipote Jacopo Pieri (deceduto in un incidente stradale la sera del 3 marzo 2017), si è poi spostata sulle cose di campo, con Breda che ha così analizzato il momento del Livorno: "Con il Benevento abbiamo fatto una grande partita, avevamo voglia di riscattare il passo falso di Spezia. Siamo riusciti ad accorciare la classifica, coinvolgendo nella lotta salvezza squadre che prima sembravano tranquille, come Cremonese e Venezia. Ad Ascoli - ha concluso il tecnico - ci aspetta una gara delicata, contro una squadra molto fisica e rognosa. Non conta niente che oggi saremmo salvi: ciò che conta sarà la nostra posizione a maggio. Dobbiamo continuare a lavorare con fiducia, l'atteggiamento è quello giusto".

Anche Facci ha voluto brevemente commentare il buon rendimento delle ultime settimane degli amaranto: "Siamo felici e soddisfatti per quello che stiamo facendo, ma la strada è ancora lunga - ha spiegato il ds amaranto -: l'entusiasmo non deve trasformarsi in euforia. Sono contento di vedere che ultimamente c'è una partecipazione più numerosa dei nostri tifosi, significa che anche loro adesso ci credono".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Livorno calcio, Breda non parla di Mazzoni e guarda al campo: "La classifica ora non conta nulla"

LivornoToday è in caricamento