Livorno-Pisa, le interviste. Breda: "La nostra peggior partita, ma abbiamo avuto voglia di portarla a casa"

L'analisi dell'allenatore amaranto dopo il derby: "Oggi volevamo solo vincere, non ci interessava come"

Rivivi il live della partita Livorno-Pisa 1-0

Può sorridere. Anche se il suo, sabato 26 ottobre, è stato il Livorno più brutto da inizio stagione. Pazienza, contava vincere e il derby gli amaranto, soffrendo come mai, lo hanno portato a casa. Ecco spiegato il sorriso di Roberto Breda che, al termine del successo per 1-0 sul Pisa, analizza la partita con la consuetà sincerità e lucidità. "Sì, è stato senza dubbio il peggior Livorno da inizio campionato - attacca l'allenatore amaranto -, ma oggi contava soltanto il risultato. Ci eravamo detti che non sarebbe importato come, l'importante era vincere. E nei ragazzi ho visto la voglia di portare a casa questo successo".

Breda: "Felice per la vittoria e per non aver subito gol"

"Se avessimo perso non sarei stato più l'allenatore del Livorno? Non lo so - dice il tecnico -, come ho già detto è già tanto essere arrivati fin qui con i risultati che abbiamo ottenuto. Oggi era troppo importante prendersi i tre punti, sono contento che ci siamo riusciti senza prendere gol". "Ho scelto di giocare con Raicevic e Braken perché avevamo bisogno di mettere fisicità dentro l'area - continua Breda - e infatti il gol è arrivato in una situazione in cui i nostri attaccanti hanno comunque messo in difficoltà il loro reparto difensivo. E poi Braken lo avevo visto bene in settimana. La sostituzione di Marras? Dovevamo rimpinguare il centrocampo, non si può giocare sempre con tre attaccanti e in quel moeìmento stavamo soffrendo".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"La dedica? Per Brignola e Stoian, avevano una gran voglia di darci una mano..."

"Mi chiedete di Gonnelli - dice ancora Breda - e io vi risponde che Lorenzo è un grande professionista. Ha sempre saputo aspettare il suo turno, quest'anno non ' è neppure stato facilitato dalla preparazione fatta a singhiozzo ma si è fatto trovare pronto. Del Prato? Può migliorare ancora molto, ha la mentalità giusta e un papà che ha giocato come lui e che gli insegna calcio. La dedica? Per Brignola e Stoian. Si erano calati benissimo in gruppo, erano entusiasti di poterci dare una mano e speriamo che ce la possano dare ancora, quando rientreranno da questi lunghi infortuni".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fase 2 Toscana: le linee guida stabilimenti balneari, campeggi, parchi di divertimento e ristoranti. L'ordinanza della Regione

  • Romito, grave 15enne livornese recuperato in mare dopo caduta dagli scogli

  • Mare, senza regole il buon senso non basta: Romito invaso dai bagnanti, criticità alla Cala del Leone e nei moletti

  • Bagni Pancaldi, la protesta dei clienti: "Ricattati di perdere il posto in caso di mancato rinnovo"

  • Coronavirus, il racconto di un livornese in Brasile: "Qui è il caos, contagio fuori controllo nelle favelas"

  • Tragedia in via Mondolfi, motociclista muore a 58 anni dopo lo scontro con un suv

Torna su
LivornoToday è in caricamento