Livorno, Luci: "Inizio di campionato disastroso. L'esonero di Breda? Serviva una scossa"

Il capitano analizza il delicato momento della squadra: "In certi momenti giocato con troppa superficialità e nello spogliatoio troppe brave persone e pochi pezzi di m...a"

L'esonero di Breda, l'arrivo di Tramezzani, lo sciopero dei tifosi e la situazione del Livorno. Ha toccato tutti i punti caldi di questo momento Andrea Luci a due giorni dalla sfida contro il Benevento. Il capitano ha parlato a nome della squadra, criticando l'atteggiamento sbagliato avuto nelle ultime uscite ma sottolineando come, a suo dire, la rosa sia competitiva e all'altezza di centrare la salvezza. 

Luci, la situazione del Livorno è delle peggiori. 
"Possiamo dire tranquillamente che è stato un avvio di campionato disastroso. La squadra può e deve fare di più perché a volte giochiamo con troppa superficialità e questo comporta prendere gol assurdi. Alla fine del campionato mancano 22 giornate e ci sono ancora tantissimi punti in palio. Il tempo per risalire la classifica c'è, noi ci crediamo. Perdere la categoria sarebbe disastroso sia per i più anziani che per i giovani in rampa di lancio". 

La Curva Nord ha deciso di scioperare mentre altri tifosi entreranno. Come vede questa situazione?
"Non voglio entrare nel merito di questo argomento. Tuttavia posso solo dire che abbiamo bisogno dell'apporto di tutti per centrare la salvezza. Con i tifosi abbiamo anche noi commesso qualche errore visto che a volte non siamo andati a salutarli a fine partita e di questo me ne assumo la responsabilità. Deve essere compito nostro saper riportare il tifo allo stadio". 

Come giustifica questo rendimento così scadente?
"La squadra è forte, ha qualità importanti, ma non ncora saputo dimostrare quanto vale sul campo. La colpa è da dividere tra tutti". 

Giusto l'esonero di Breda?
"Quando un allenatore viene cacciato, tutti i giocatori dovrebbero farsi un esame di coscienza perché è una sconfitta di tutti. Serviva una scossa e quando non arrivano i risultati paga sempre l'allenatore". 

Cosa ne pensa di Tramezzani?
"Il nuovo mister ha subito imposto la sua idea di gioco e ha posto degli obiettivi ben specifici. Stiamo cercando di lavorare nel migliore dei modi per affrontare sabato il Benevento". 

Pensa che la salvezza ottenuta l'anno scorso abbia fatto montare la testa a qualcuno?
"Non credo anche perché in questa prima parte di stagione tutti abbiamo commesso degli errori. Quando è iniziato il ritiro pensavo a una stagione diversa con la squadra che potesse lottare per posizioni importanti. Invece ci sono ancora giocatori che stanno dando il 30% del loro potenziale. Tutti dobbiamo remare dalla stessa parte". 

Vede analogia con questa stagione e quella 2015-2016 che culminò con la retrocessione?
"Non credo anche perché in quell'occasione vincemmo le prime quattro di fila. Purtroppo dentro lo spogliatoio c'erano troppi problemi. Adesso invece ci sono troppe brave persone e credo che ci servirebbe qualche 'pezzo di merda' in più". 

Pensa che la squadra scenda in campo con l'atteggiamento sbagliato?
"A Spezia i primi 15 minuti sono stati i peggiori del campionato infatti i liguri ci hanno messo sotto. Poi, quando siamo tornati in partita, abbiamo preso gol. Commettiamo troppi errori e questo deve cambiare". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Pensa che il mercato fatto in estate sia stato sbagliato?
"Sono stati presi giocatori importanti come Brignola, Viviani e Rizzo che molte squadre avrebbero voluto avere con sé. Poi se hanno avuto problemi fisici su quello no nci possiamo fare nulla e questo ha impedito di dare il loro contributo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Delirio in Piazza Attias | Carabinieri e Municipale aggrediti da una cinquantina di ragazzini con calci, bastoni e pietre

  • Tragedia in viale Boccaccio, volontario della Misericordia di Montenero muore a 73 anni dopo un incidente

  • Caos Livorno, tre croci e una testa di maiale sul campo dello stadio: "Pagherete tutto". Indagano i carabinieri

  • Piombino, violenta e deruba una 70enne sulla spiaggia: arrestato 35enne

  • Coronavirus, impennata di nuovi positivi: 176 tra Livorno e provincia, 1145 in Toscana. Il bollettino di giovedì 22 ottobre

  • Coronavirus, non rispettano l'isolamento fiduciario e passeggiano per strada: denunciati padre e figlia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LivornoToday è in caricamento