Caos Livorno, tre croci e una testa di maiale sul campo dello stadio: "Pagherete tutto". Indagano i carabinieri

Inquietante messaggio di minacce rivolto da ignoti a Spinelli, Gruppo Carrano e BancaCerea

Tre croci con i nomi di Spinelli, Gruppo Carrano e BancaCerea, una testa di maiale (vera) mozzata ed uno striscione con scritto "Pagherete caro, pagherete tutto". Un'inquietante minaccia che ignoti hanno rivolto a una parte della compagine societaria del Livorno calcio, eccezion fatta per il presidente Rosettano Navarra, risparmiato, almeno lui, dal tetro messaggio. Le croci, così come la testa di maiale, sono state ritrovate nella mattina di mercoledì 21 ottobre sul prato dell'Armando Picchi poche ore prima della svolgimento della gara Livorno-Novara (in programma alle 18.30), valevole per la sesta giornata del girone A di Serie C. Sulla vetrata in plexiglass che separa il campo dagli spalti, all'altezza del gradinata, è stato invece appeso lo striscione. A fare la scoperta, come confermato dai carabinieri che indagano sull'episodio, è stato il custode dello stadio quando questa mattina ha aperto i cancelli dell'Armando Picchi.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Piombino, muore a 48 anni davanti alla compagna mentre fa trekking

  • Coronavirus: 108 positivi e 10 morti tra Livorno e provincia, 1.351 nuovi casi in Toscana. Il bollettino di giovedì 26 novembre

  • Serie C, Grosseto-Livorno 1-0: Sicurella beffa gli amaranto nel recupero

  • Coronavirus: 174 positivi e 5 morti tra Livorno e provincia, 1.892 nuovi casi in Toscana. Il bollettino di sabato 21 novembre

  • Caos Livorno, Sicrea sul gruppo Carrano: "Non ha ancora pagato le nostre quote, restano 48 ore"

  • Coronavirus, meno contagi con più tamponi: 57 positivi tra Livorno e provincia, 962 in Toscana. Il bollettino di martedì 24 novembre

Torna su
LivornoToday è in caricamento