Livorno, il presidente Heller: "Pagamenti in regola grazie a Carrano ed Aimo. Navarra, Ferretti e Spinelli? Non pervenuti"

Attesa per il versamento del resto dello stipendio di settembre ai calciatori e dei contributi alla Lega. Il numero uno amaranto: "Abbiamo sistemato tutto, ma altri soci non stanno facendo quanto invece dovrebbero"

Giorgio Heller

Dalle scadenze con la Lega ("abbiamo sistemato tutto"), al pagamento degli stipendi dei giocatori ("domani troveranno i soldi sui conti correnti), finendo con un duro attacco agli altri soci: "escluso Aimo, nessuno sta adempiendo ai propri doveri". Il presidente del Livorno, Giorgio Heller, prova a fare chiarezza attorno alla società soprattutto per quanto riguarda il versamento dei 300mila euro alla Lega, andati in scadenza lunedì 16 novembre e utili per saldare le pendenze di F24 e contributi e soprattutto per evitare l'ennesima penalizzazione. Dalle sue parole sembrerebbe che tutto sia stato sistemato e che domani, mercoledì 18 novembre, nella sede della Lega arriveranno tutti i soldi.

Ne prendiamo atto, ma ci sia consentito di avere ancora qualche perplessità. In primis perché ogni volta che si presenta una qualsiasi scadenza, sia essa la fideiussione, gli stipendi dei giocatori o pendenze con la Lega, sorge sempre qualche imprevisto o "tecnicismo" che ritarda le operazioni fino a comprometterne la validità o la piena regolarità. E poi, soprattutto, perché le situazioni "scontate", non lo sono affatto: ad esempio a oggi sul conto corrente dei giocatori ancora non è arrivato il restante 40% degli stipendi di settembre. "Arriveranno domani sui conti correnti - assicura Heller -, così come i 300mila euro sul conto della Lega".

Buonasera presidente. Ci può aggiornare su quanto accaduto ieri rispetto alle scadenze con la Lega?
"L'iter amministrativo si completerà domani (18 novembre, ndr) ma posso dire che tutto è avvenuto regolarmente grazie al lavoro dell'amministratore delegato Carrano. Ci sono stati dei tecnicismi bancari che hanno creato qualche problema, però tutto è stato risolto. Domani faremo un comunicato nel quale illustreremo tutti i dettagli". 

Di quali tecnicismi parla?
"La Figc non aveva ancora dato il benestare al gruppo Carrano per poter operare con il Livorno poiché non era ancora arrivato l'ok sui criteri di onorabilità.  Questo è stato uno degli ostacoli principali, tuttavia ieri mattina abbiamo avuto il via libera e nel pomeriggio sono stati onorati pagamenti e scadenze". 

È stato versato anche il restante 40% degli stipendi di settembre?
"Quello lo do per scontato. Domani i giocatori vedranno i soldi sui loro conti correnti". 

Adesso il prossimo passo è l'assemblea dei soci del 20 con l'aumento di capitale?
"Assolutamente sì, stiamo lavorando duramente anche per quello. Adesso la nostra attenzione era rivolta alle inadempienze della vecchia gestione. Speriamo che con l'aumento di capitale si possa gestire la società in maniera più tranquilla". 

Si è più sentito con gli altri soci?
"Attualmente solo Aimo (che detiene il 18% con la Tkm) sta contribuendo a questa fase di finanziamento, gli altri assolutamente no. L'entrata dal gruppo Carrano voleva dare una svolta al Livorno però questo non deve esonerare gli altri da adempiere ai propri doveri". 

Prima però era Navarra a sostenere che pagava tutto lui, come ad esempio la trasferta di Piacenza... 
"In quel caso si trattava di 7-8mila euro, adesso si parla di scadenze da 500mila. Direi che c'è una bella differenza". 

Quindi anche Spinelli (detentore del 10% delle quote) non starebbe mettendo liquidità nel Livorno?
"L'ex presidente si è sentito con il general manager Mariani, ma non credo che la sua posizione sia cambiata. Vediamo cosa accadrà con l'assemblea dei soci del 20 novembre quando ci sarà l'aumento di capitale". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Piombino, muore a 48 anni davanti alla compagna mentre fa trekking

  • Coronavirus: 108 positivi e 10 morti tra Livorno e provincia, 1.351 nuovi casi in Toscana. Il bollettino di giovedì 26 novembre

  • Serie C, Grosseto-Livorno 1-0: Sicurella beffa gli amaranto nel recupero

  • Coronavirus: 174 positivi e 5 morti tra Livorno e provincia, 1.892 nuovi casi in Toscana. Il bollettino di sabato 21 novembre

  • Caos Livorno, Sicrea sul gruppo Carrano: "Non ha ancora pagato le nostre quote, restano 48 ore"

  • Coronavirus, meno contagi con più tamponi: 57 positivi tra Livorno e provincia, 962 in Toscana. Il bollettino di martedì 24 novembre

Torna su
LivornoToday è in caricamento