Serie B, Ascoli-Livorno 2-0: Gerbo e Ninkovic piegano gli amaranto

Terzo ko consecutivo per la squadra di Breda, ancora ferma a quota zero sia in classifica che nei gol fatti

I nuovi non bastano. Ad Ascoli, sul campo di una delle squadre più ambiziose del torneo, il Livorno incappa nel terzo ko consecutivo nella terza giornata della serie B, rimanendo malinconicamente ancorato a quota zero in classifica. E zero si legge anche nella casella dei gol fatti: in oltre 270 minuti di gioco, i tifosi amaranto non hanno ancora avuto modo di esultare, neanche una volta. Una statistica che inizia a pesare.

Il 4-2-3-1 proposto da Breda, con Marsura, Brignola e Murilo in appoggio all’atteso Sven Braken, non è riuscito a scalfire la retroguardia bianconera, con la manovra spesso lenta e prevedibile. Guai però a farsi prendere dallo sconforto: il campionato, come ci ha insegnato la scorsa stagione, è ancora lunghissimo e gli ultimi arrivi di mercato, una volta trovati i giusti meccanismi, promettono di alzare il tasso qualitativo degli undici amaranto. Adesso, con il Pordenone, sarà però vietato sbagliare: un ulteriore passo falso rischierebbe di affossare il morale di Luci e compagni.

Ascoli-Livorno: le pagelle

La gara

L'avvio è da brivido: Zima svirgola su un retropassaggio di Gasbarro e consegna la sfera a Pucino, poi però è bravo ad opporsi alla conclusione del bianconero. Dopo un tentativo alto di Chajia, il Livorno, con il passare dei minuti, inizia a farsi più pericoloso, spinto soprattutto dalla vivacità di Marsura: è proprio l'ex Carpi a sfiorare il gol, costringendo Lanni al miracolo al 34', Proprio nel momento migliore degli amaranto, però, è l'Ascoli a trovare la rete, con Gerbo che trafigge Zima con una conclusione dal limite al termine di un'azione insistita.
Nella ripresa sono ancora i marchigiani a rendersi maggiormente pericolosi, con Ardemagni che prima manca da due passi il tap-in vincente e poi viene ipnotizzato da un intervento super del portiere amaranto. Breda mette dentro Del Prato, Marras e Porcino, passando dal 4-2-3-1 al 4-3-3, ma non basta. Le ultime occasioni, al 90' e al 94', capitano a Di Gennaro, ma il difensore, prima di testa e poi a tu per tu con Lanni, spreca. E a venti secondi dalla fine, Ninkovic spegne definitivamente le speranze del Livorno, costretto ancora una volta ad arrendersi.

Breda: "Avremmo meritato il pareggio"

Il tabellino di Ascoli-Livorno

Ascoli (4-3-1-2): Lanni; Padoin (61' Andreoni), Gravillon, Brosco, Pucino; Gerbo (55' Cavion), Petrucci, Piccinocchi (82' Brlek), Ninkovic; Ardemagni, Chajia. A disp: Novi, Leali, Valentini, Ferigra, Troiano, Rosseti, D'Agostino, Laverone. Allenatore: Zanetti
Livorno (4-2-3-1): Zima; Morganella (54' Del Prato), Di Gennaro, Bogdan, Gasbarro; Luci, Agazzi; Murilo, Brignola (58' Marras), Marsura; Braken (69' Porcino). A disp: Plizzari, Morelli, Boben, Gonnelli, D'Angelo, Stoian, Rizzo, Raicevic, Mazzeo. Allenatore: Breda
Arbitro: Rapuano di Rimini
Reti: 42' Gerbo, 96' Ninkovic
Note: angoli 4-4, ammoniti Gerbo, Chajia, Morganella, Gasbarro, Marras, Gravillon, Ninkovic, recupero 4' + 6'

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Attentato in Iraq, feriti 5 militari italiani: due sono paracadutisti del Col Moschin di stanza a Livorno

  • Cartello offensivo sulla disabilità, ristorante in Venezia al centro delle polemiche: la condanna del Comune

  • Morte al rave in ex Trw, il questore Suraci: "Intervenire prima? La situazione sarebbe stata esplosiva"

  • Allerta meteo a Livorno venerdì 8 novembre: codice arancione per pioggia e temporali

  • "Andrà tutto bene", in Venezia il primo ciak del film di Francesco Bruni: "L'ho scritto pensando a Livorno"

  • Droga, maxi sequestro nel porto di Livorno: scoperti 300 kg di cocaina

Torna su
LivornoToday è in caricamento