Serie B, Livorno-Ascoli 0-3: doppietta di Trotta e rete di Morosini. Amaranto vergognosi

I marchigiani banchettano al Picchi. Per Luci e compagni è l'ennesima sconfitta stagionale: retrocessione sempre più vicina

È la resa. Dopo la chiusura di un mercato disastroso, il Livorno incassa l'ennesima sconfitta della stagione, superato anche dall'Ascoli nella ventiduesima giornata del campionato di Serie B. I marchigiani, con il minimo sforzo, espugnano per 3-0 il Picchi, certificando la pochezza tecnica e caratteriale di una squadra ormai allo sbando. Guardare la classifica, purtroppo, inizia ad avere poco senso: il futuro di Luci e compagni, quando alla conclusione del torneo mancano ancora sedici gare, sembra ormai segnato. Servirebbe un miracolo per dare un senso agli ultimi mesi di campionato, che rischiano di rivelarsi solamente un lungo ed atroce calvario. Spinelli, presente in tribuna, è stato duramente contestato e ha lasciato lo stadio a metà secondo tempo. 

Esonerato Tramezzani, torna Breda

Livorno-Ascoli, la cronaca

Tramezzani, privo dell'infortunato Marsura e dello squalificato Agazzi, si affida al 4-3-3, con il tridente offensivo composto da Marras, Braken e Rocca. In mezzo al campo spazio per Del Prato, Viviani e Luci, mentre in difesa, a protezione di Plizzari, ci sono Morelli, Boben, Bogdan e Porcino. Dopo appena sette minuti l'Ascoli è già in vantaggio: Trotta salta con troppa facilità Bogdan, entra in area e batte Plizzari con una precisa rasoterra. Passano due giri di lancette e i marchigiani hanno l'occasione per raddoppiare, ma Plizzari è bravo ad opporsi al tentativo di Scamacca. Il Livorno fa fatica a rendersi pericoloso ed alza i giri del motore solamente nel finale di tempo: ci prova prima Marras al 32', poi Viviani un minuto più tardi su punizione ed infine ancora l'ex Spal al 45', ma Leali è sempre attento.

Tramezzani attacca la società: "Non è stata sincera non me"

Nella ripresa pronti-via e l'Ascoli trova il raddoppio con Morosini, che sfrutta una corta respinta della difesa amaranto per battere Plizzari con un potente destro. Al 55' l'occasione per riaprire la partita: Viviani ci prova da fuori, l'estremo difensore bianconero respinge male ma Rocca, di testa, non riesce ad approfittarne. Poi il nulla: Tramezzani getta nella mischia i nuovi Ferrari ed Awua ed il redidivo Brignola, ma è l'Ascoli a segnare ancora con Trotta al 93'. Al triplice fischio, sul Picchi, piovono fischi. Ancora una volta.

Il tabellino di Livorno-Ascoli

Livorno (4-3-3): Plizzari; Morelli, Bogdan, Boben, Porcino; Del Prato, Viviani (68' Awua), Luci; Marras, Braken (62' Ferrari), Rocca (62' Brignola). A disp.: Zima, Ricci, Ruggiero, Marie-Sainte, Rizzo, Murilo, Pallecchi. All.: Tramezzani.
Ascoli (4-3-1-2): Leali; Andreoni, Ranieri (92' Ferigra), Gravillon, Padoin; Petrucci, Cavion, Brlek; Morosini (57' Beretta); Trotta, Scamacca (79' Sernicola). A disp.: Marchegiani, Novi, Valentini, De Alcantara, Matos, Covic, Pinto. All.: Abascal.
Arbitro: Ros di Pordenone
Reti: 7' Trotta, 47' Morosini, 93' Trotta
Note: angoli 6-5, ammoniti Padoin, Ranieri, Boben, Luci, recupero 0'+ , spettatori 4.009

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pesca sportiva, due livornesi fermati con 48 chili di orate: multa di 8mila euro, il pesce regalato alla Caritas

  • Rosignano Solvay, esplosione in una palazzina: grave una donna

  • Parco del Mulino, conti in rosso e rischio chiusura. L'appello: "Prenotate una pizza da noi per tenere in vita il progetto"

  • Tragedia a Piombino, muore a 48 anni davanti alla compagna mentre fa trekking

  • Coronavirus: 108 positivi e 10 morti tra Livorno e provincia, 1.351 nuovi casi in Toscana. Il bollettino di giovedì 26 novembre

  • Toscana zona rossa, l'ordinanza di Giani: nuove misure anti Covid per spostamenti ed attività

Torna su
LivornoToday è in caricamento