rotate-mobile
Sabato, 25 Giugno 2022
Livorno Calcio

Giannetti e Agazzi super, Gasbarro disattento: le pagelle di Verona-Livorno

L'attaccante si riscatta dopo l'errore dal dischetto a Foggia. Il centrocampista non sbaglia nulla

Vittoria pesantissima quella conquistata dal Livorno sul campo del Verona. Gli amaranto sfoderano una prestazione di altissimo livello, conquistando tre punti più che meritati. Al Bentegodi finisce 3-2 per i ragazzi di Breda grazie alle reti di Giannetti, Raicevic e Murilo. Prestazione top per il tridente d'attacco, qualche disattenzione in difesa ma, complessivamente, prestazione super di Agazzi e compagni.

Le pagelle di Verona-Livorno 2-3

Zima 6: non impegnato moltissimo, ma quando viene chiamato in causa si fa sempre trovare pronto. Poche colpe sui gol.

Di Gennaro 6,5: cambia la posizione, ma non il rendimento: torna a destra per lasciar spazio a Dainelli e, anche in quella posizione, mostra la consueta dedizione ed attenzione.

Dainelli 7:  schierato a sorpresa dal primo minuto al centro della difesa, regala sicurezza e tranquillità all’intero reparto. Forse la sua miglior prestazione in amaranto.

Boben 6,5: continua la sua crescita: cattivo, determinato su ogni pallone. Difensore vecchio stampo, di quelli che ringhiano sulle caviglie avversarie. Mezzo voto in meno per essersi perso l'uomo in occasione dell'1-2 veronese. 

Valiani 6,5: "ciccio" non si discute: il suo lo dà sempre, in ogni occasione. Suo l'assist per il timbro di Raicevic. 

Agazzi 7,5: prestazione sontuosa. L’ex Foggia corre, contrasta, fa ripartire l’azione: il tutto senza sbagliare praticamente niente. Suo l’assist per la rete di Murilo.

Rocca 6,5: partita di sostanza, fatta di corsa e carattere. Dà tutto, prima di lasciare il campo al capitano (57’ Luci 6: entra per dar man forte al centrocampo. E ci riesce).

Gasbarro 5,5: fornisce l’assist a Giannetti in occasione della prima rete ed offre complessivamente una buona prestazione, ma sbaglia clamorosamente sul gol di Laribi, rimettendo in partita i veronesi (71’ Porcino sv).

Murilo 7: posizione atipica per lui, costretto a partire molto lontano dalla porta. Breda gli chiede un importante sacrificio tattico e lui non si tira indietro, trovando anche quel gol che mancava da troppo tempo.

Giannetti 7,5: una furia. Dopo le tante (troppe) critiche ricevute per il rigore sbagliato a Foggia, trova il suo riscatto: pronti via e sfiora il gol due volte, colpendo anche un palo. Gol che, meritato, arriva al 25’ con un perfetto colpo di testa (62’ Diamanti 6,5: lampi di classe. Il colpo di tacco con cui serve Raicevic pochi momenti dopo il suo ingresso in campo è da vedere e rivedere).

Raicevic 7: altra buona prova e, soprattutto, altra pesantissima rete, dopo quella di sabato scorso al Palermo. Vedersi insidiare il posto da Gori, ha forse spinto il montenegrino a tirar fuori da dentro di sé maggior cattiveria.

Breda 7,5: le scelte iniziali sono coraggiose e stupiscono, ma alla fine ha ragione lui: il Livorno spadroneggia al Bentegodi, trovando tre punti vitali nella corsa verso la salvezza

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giannetti e Agazzi super, Gasbarro disattento: le pagelle di Verona-Livorno

LivornoToday è in caricamento