rotate-mobile
Domenica, 25 Settembre 2022
Livorno Calcio

Serie B, Verona-Livorno 2-3: impresa amaranto. Ora il match salvezza contro il Carpi

Prova di spessore della squadra di Breda, che si è imposta grazie alle reti di Giannetti, Raicevic e Murilo. Inutili per gli scaligeri i gol di Dawidowicz e Laribi

Apoteosi amaranto. Il Livorno, nella terzultima giornata del campionato di Serie B, espugna per 3-2 il campo del Verona, conquistando tre punti preziosissimi nella corsa salvezza. Una vittoria che permette a Luci e compagni di salire al quintultimo posto in classifica scavalcando il Venezia, fermato sul pari a Cosenza. E adesso, le ultime due infuocate sfide del torneo: domenica il Carpi al Picchi, sabato 11 il Padova all'Euganeo. Per conquistare quanto meno i playout.

Giannetti e Raicevic super, Gasbarro disattento: le pagelle 

La cronaca di Verona-Livorno 2-3

Breda lascia fuori Diamanti e Luci, optando per un 3-4-1-2 nel quale Murilo è chiamato ad assistere il tandem Giannetti-Raicevic, mentre in difesa, al posto dello squalificato Gonnelli, si rivede dal primo minuto Dainelli. Gli amaranto partono forte e, nel giro di pochi secondi, vanno vicini al gol per due volte con Giannetti, con Silvestri salvato nella seconda occasione dal palo. Il Livorno insiste e, al 25', è proprio l'ex attaccante del Cagliari a sbloccare il risultato con un perfetto colpo di testa su cross di Gasbarro. E al 42' arriva anche il raddoppio di Raicevic, bravissimo a smarcarsi ina rea e a sfruttare al meglio un traversone di Valiani. Il Livorno non riesce però a portare  il doppio vantaggio negli spogliatoi perché nel recupero della prima frazione Boben si fa anticipare da Dawidowicz accorcia le distanze da sottoporta.

Tifosi arrabbiati con...DAZN

Nella ripresa ti aspetti il Verona e invece sono ancora gli amaranto a spingere sull'acceleratore: lancio lungo di Agazzi, Murilo ci crede e al 51' trova la terza rete del Livorno sfruttando uno svarione della retroguardia scaligera. Partita in ghiaccio? Assolutamente no: al 70' Laribi riapre ancora la gara, rubando palla a Gasbarro - malissimo nella circostanza - e beffando con un pallonetto Zima. Pazzini fa gelare il sangue quando coglie il palo con una girata dal limite a 5' dalla fine, Raicevic lo riscalda di nuovo imitando il collega di reparto avversario. Poi è tutto un trattenere il fiato fino al 95', quando il Livorno può finalmente esultare portandosi a casa tre punti pesantissimi.

Il tabellino di Verona-Livorno

VERONA (4-3-3): Silvestri; Faraoni, Dawidowicz, Empereur, Vitale; Munari (46' Zaccagni), Gustafson, Henderson (56' Di Gaudio); Matos (66' Pazzini), Di Carmine, Laribi. A disp. Ferrari, Berardi, Marrone, Colombatto, Balkovec, Zaccagni, Danzi, Tupta, Almici, Bianchetti. All. Grosso.
LIVORNO (3-4-1-2): Zima; Di Gennaro, Dainelli, Boben; Valiani, Agazzi, Rocca (57' Luci)), Gasbarro (71' Porcino); Murilo; Giannetti (62' Diamanti), Raicevic. A disp. Crosta, Baiocco, Marie-Sainte, Eguelfi, Gori, Kupisz, Dumitru, Bogdan, Salzano. All. Breda.
Arbitro: Aureliano di Bologna (assistenti Di Gioia e Chiocchi)
Marcatori: 25' Giannetti (L), 42' Raicevic (L), 47' pt Dawidowicz, 51' Murilo (L), 70' Laribi (V)
Note: angoli 3-5, ammoniti Faraoni, Murilo, Rocca, Zaccagni, Valiani, Gustafson, Boben recupero 2'+ 5'.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie B, Verona-Livorno 2-3: impresa amaranto. Ora il match salvezza contro il Carpi

LivornoToday è in caricamento