Livorno Calcio

Serie C, Livorno-Novara 2-3: prova di orgoglio degli amaranto beffati nel finale da Cisco

Sconfitta sfortunata per gli amaranto, a cui non bastano le reti di Haoudi e Canessa. I piemontesi trovano il gol vittoria al 90'

Non basta il cuore, non basta la generosità di questi ragazzi. Il Livorno, ancora in balìa del caos societario, con le ore precendenti il match caratterizzate dal ritrovamento sul prato dell'Armando Picchi di tre croci con i nomi di Spinelli, Gruppo Carrano e Banca Cerea e di una testa di maiale mozzata, è stato sconfitto per 2-3 dal Novara nella sesta giornata del girone A di Serie C. Un ko sfortunato, con gli amaranto che, per quanto visto sul terreno di gioco, avrebbero meritato quanto meno il pareggio.

Livorno-Novara, le pagelle

Livorno-Novara, la cronaca

Dal Canto si affida al 3-4-3 con Romboli tra i pali, Deverlan, Di Gennaro e Fremura in difesa, Parisi, Agazzi, Haoudi e Porcino in mezzo al campo e Pallecchi, Murilo, Marsura in attacco. Gli amaranto partono forte e al 4' sono già in vantaggio grazie ad Haoudi, che sfrutta al meglio un perfetto traversone di Parisi. Neanche il tempo di esultare, però, che il Novara trova il pareggio con una sfortunata autorete di Di Gennaro, che devia nella propria porta una rovesciata di Panico destinata a spegnersi lontanissima dalla porta difesa da Romboli. Il Livorno, al 7', ha l'occasione per riportarsi subito in vantaggio, ma Murilo, servito da Parisi, manca la porta da due passi. I ragazzi di Dal Canto insistono e, dopo i tentativi di Agazzi e Haoudi, mancano al 40' una clamorosa occasione, quando prima Murilo e poi Parisi mandano il pallone sulla traversa da pochi passi. A sorpresa, però, a passare in vantaggio sono gli ospiti, con Cagnano che, nel recupero, si presenta tutto solo davanti a Romboli e batte il portiere amaranto.

Nella ripresa gli amaranto, con generosità, si gettano subito in avanti alla ricerca del gol del pareggio, ma faticano a rendersi pericolosi dalle parti di Lanni. Fino all'89', quando Canessa, servito da Murilo, infila di testa la sfera nella porta piemontese. È però una gioia effimera: appena due minuti più tardi Cisco batte Romboli e, in extremis, regala ai suoi la vittoria. In casa Livorno, invece, piove sul bagnato.

Livorno-Novara, il tabellino

Livorno (4-3-3): Romboli; Parisi, Di Gennaro, Deverlan, Fremura (80' Canessa); Haoudi, Agazzi, Porcino; Pallecchi (67' Mazzeo), Murilo, Marsura. A disposizione: Neri, Marie Sainte, Nunziatini. All.: Dal Canto.
Novara (4-3-3): Lanni; Cagnano, Natalucci (58' Lamanna), Migliorini, Bove (83' Pogliano); Collodel (83' Firenze), Buzzegoli, Bianchi; Gonzalez, Panico (67' Lanini), Zigoni (46' Cisco). A disposizione: Spada, Desjardins, Sbraga, Pagani, Bellich, Tordini, Rusconi. All.: Banchieri.
Arbitro: Cascone di Nocera Inferiore
Rete: 4' Haoudi, 6' autorete Di Gennaro, 46' Cagnano, 88' Canessa, 89' Cisco
Note: angoli 4-2 per il Livorno, ammonito Natalucci, Pallecchi, Fremura, Porcino, Cisco, recupero 1' + 5', spettatori paganti 176

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie C, Livorno-Novara 2-3: prova di orgoglio degli amaranto beffati nel finale da Cisco

LivornoToday è in caricamento