Stadio, Salvetti sul Picchi: "Chiederò a Spinelli e al Livorno di gestire l'impianto"

Il sindaco, che ha la delega agli impianti sportivi, ha parlato delle condizioni in cui versa la struttura di piazzale Montello: "Le risorse comunali permettono solo rattoppi e messe in sicurezza"

L'Armando Picchi, in vista del prossimo campionato che inizierà con l'open day del 23 agosto, ha provato a rifarsi il look con l'installazione di nuovi seggiolini (obbligatori per legge, ndr) che in cuvra Nord hanno formato la scritta "Livorno" (completata a anche la gradinata con le sedute in giallo) e gli interventi in curva Sud necesssari dopo la caduta degli intonaci. Sicuramente un bel colpo d'occhio che tuttavia cozza terribilmente con l'esterno: la struttura dello stadio, infatti, necessiterebbe di un restyling completo, ma gli elevati costi che il solo Comune non potrebbe sostenere e la mancanza di imprenditori privati lo impediscono. I tifosi hanno chiesto a gran voce l'intervento dell'amministrazione e per questo abbiamo interpellato il sindaco Luca Salvetti che, tra le altre, ha la delega agli impianti sportivi e allo sport. 

I nuovi seggiolini allo stadio

Sindaco, partiamo dai seggiolini. Come le sembra il lavoro fatto?
"Sicuramente regala un bel colpo d'occhio, ma purtroppo questa stessa sensazione non si ha quando si guarda l'esterno dello stadio". 

Cosa pensa di fare con la sua amministrazione per questo problema?
"Il quadro è chiaro ed è inutile girarci intorno: le risorse del Comune, così come accaduto negli ultimi anni, permettono soltanto di fare rattoppi e messe in sicurezza. Certo, sarebbe molto più bello fare un intervento più sostanzioso ma per fare questo servono risorse aggiuntive". 

Come pensa di trovarle? 
"Possiamo accedere a bandi e al credito sportivo, ma la priorità sarebbe trovare qualche privato che voglia investire nella struttura, ma al momento non è così facile. Anche perché il tutto deve essere fatto di comune accordo con il Livorno calcio". 

luca salvetti bodeguita (6)-2Cosa vorrebbe proporre alla società amaranto?
"Mi piacerebbe poter dare lo stadio in concessione per un numero stabilito di anni al Livorno e la società lo gestisce come vuole. Purtroppo il presidente Spinelli non è dello stesso avviso. Io quello che posso fare è cercare di riproporre questa soluzione ma sarà difficile che accetti". 

Ha avuto contatti con il Livorno?
"Mi sono sentito con il nuovo direttore generale Milli al quale ho manifestato la volontà di collaborare per il bene di tifosi e società. Mi è stato chiesto che il Comune si prenda cura per quanto riguarda la sistemazione delle parte laterali all'entrata della tribuna perché rappresenta un po' il nostro biglietto da visita per le squadre ospiti. Ora dobbiamo analizzare bene il bilancio che ci è stato lasciato e vedere se è possibile destinare fondi a questi interventi". 

I tifosi hanno anche chiesto dei nuovi servizi igienici.
"Sicuramente è un argomento che va messo all'ordine del giorno. Ci sono tante situazioni che meritano la nostra attenzione e lo stadio è una di queste". 

Ci saranno problemi per quanto riguarda l'abigilità?
"Non penso proprio. Prossimamente ci sarà un nuovo sopralluogo da parte della commissione della Lega di B, ma da quel punto di vista non credo che ci saranno problemi". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo, monitorate strade e corsi d'acqua. Salvetti: "Quadro impegnativo ma sotto controllo"

  • Maltempo, codice rosso per rischio idraulico: scuole chiuse a Livorno, Cecina e Collesalvetti

  • Maltempo: fiume Cecina in piena, evacuate 500 persone. Lippi: "Abbandonati da Governo e Regione"

  • Muore al casello di Rosignano, il cordoglio dei colleghi e della questura per il poliziotto autista

  • Rosignano, muore a 57 anni schiantandosi contro il casello autostradale

  • Allerta meteo arancione a Livorno fino a domenica 17 novembre: previsti piogge e vento forte

Torna su
LivornoToday è in caricamento