menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il presidente del Livorno, Aldo Spinelli (foto screenshot Dazn)

Il presidente del Livorno, Aldo Spinelli (foto screenshot Dazn)

Livorno in vendita, frenata Share'nGo: la trattativa rallenta. Per lo stadio si rifà vivo Ciuffarella

Rinviato l'incontro dal notaio ipotizzato per lunedì 10 febbraio tra la famiglia Spinelli e il possibile acquirente Majd Yousif, amministratore di Cs Group

Nessuna vendita, il Livorno calcio è ancora nelle mani della famiglia Spinelli. E non - come penseranno gli "antispinelliani" che già mercoledì sera festeggiavano la "liberazione" dai genovesi - per una ripicca di Aldo o Roberto, anzi. Piuttosto per una frenata di Share'nGo, il marchio gestito dalla società livornese Cs Group, fondata e diretta da Emiliano Niccolai e di cui Majd Yousif è diventato amministratore unico lo scorso dicembre 2019. Rinviato il nuovo incontro fissato per lunedì 10 febbraio, giorno in cui si sarebbe dovuto ratificare l'accordo davanti a un notaio. Il motivo? Ufficialmente non esiste, dato che ieri era atteso un comunicato di Share'nGo più volte rimandato fino a questa mattina di venerdì 7 febbraio. Ma la sensazione, secondo quanto siamo riusciti a ricostruire in tutta la giornata di ieri, è che le cose stessero andando un po' troppo di fretta e che anche il 50enne imprenditore libanese con cittadinanza olandese abbia bisogno di qualche giorno in più per capire bene i dettagli dell'operazione.

Cessione Livorno, Share'Ngo: "Analizziamo i bilanci, serve tempo"

Perché se è vero che Spinelli ha sì chiesto alla controparte le dovute garanzie finanziare a coprire i costi dell'eventuale acquisto e della gestione prossima - cosa per altro di cui i tifosi del Livorno dovrebbero solo che essere contenti –, a far prendere una pausa di riflessione ai possibili acquirenti sarebbero i costi di gestione della società, che già in un anno superano abbondantemente quelli di un eventuale acquisto sia in serie B che, verosimilmente, in serie C. Cifre che, tuttavia, sarebbero state già note con l'avvio di una due diligence invece neppure richiesta fino a ieri, pare, secondo quanto scrive Il Tirreno giovedì 6 febbraio, "per incondizionata fiducia nella famiglia Spinelli".

Livorno, 21 anni di presidenza Spinelli tra promozioni, coppa Uefa e contestazioni

Chiaro è che in questo momento non tocca certo ad Aldo e Roberto dare garanzie - cosa che, in termini di bilanci, va dato di conto non essercene mai stato bisogno -, se non l'impegno a mantenere la parola sul prezzo della societ. Dai nuovi possibili acquirenti, ormai usciti allo scoperto con tanto di foto della trattativa sui giornali, aspettiamo invece con ansia un comunicato di qualche riga, anche senza sbandierare chissà quali progetti, ma che parli chiaramente a tutti i tifosi. Le parole del sindaco, facilitatore dell'incontro tra le parti, ma anche annunciatore - forse precoce - di un accordo trovato al 100%, bastano fino a un certo punto.

Nuovo stadio, il progetto di Ciuffarella: in 4 anni il restyling

Sindaco che giovedì, tra l'altro, ha incontrato Paolo Palermo, il procuratore che insieme all'imprenditore Antonio Ciuffarella sarebbe interessato alla realizzazione del nuovo stadio. Una riunione in cui Palermo ha confermato la volontà del costruttore laziale, il cui progetto ricalcherebbe più o meno quello dello stadio di Frosinone o di quello in fase di realizzazione a Caserta. Cantieri aperti e capienza ridotta per 4 anni, poi il completamento dell'opera.

Indipendentemente da come andrà tutto, dalla vendita della società allo stadio, sembra già incredibile che ci sia un qualsiasi interesse intorno a una squadra di calcio straultima in classifica, praticamente in serie C. Figuriamoci da qui a pensare, nel giro di cinque anni, a giocare in un Picchi tirato a lucido e, magari, sempre esaurito. Un sogno possibile solo con una società economicamente molto solida, come per 21 anni ha dimostrato di essere quella della famiglia Spinelli, ma anche decisamente ambiziosa, come potrebbe rivelarsi quella di Majd Yousif

(nella foto screenshot Dazn in apertura, il presidente del Livorno Aldo Spinelli)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Riciclare le uova di Pasqua: tre ricette facili e veloci

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LivornoToday è in caricamento