Livorno Calcio

Livorno venduto, l'addio di Spinelli: "Abbiamo chiuso, non rimarremo nella nuova società"

L'ormai ex presidente amaranto conferma: "Venduto il 69% delle quote, il restante 31 verrà acquistato entro il 15 settembre"

+++SPECIALE CESSIONE LIVORNO: TUTTE LE TAPPE DELLA TRATTATIVA+++

Nelle parole dell'ormai ex presidente del Livorno Aldo Spinelli c'è la soddisfazione per aver chiuso la vendita della società ma anche il dispiacere per dover lasciare un pezzo della sua vita. Ventuno anni alla guida degli amaranto non si dimenticano, a prescindere dai risultati. Così l'ex patron non cerca giri di parole per descrivere il suo stato d'animo: "Mi sono speso tanto per questa società in 21 anni - afferma a LivornoToday -, però era arrivato il momento giusto per andare via. Posso assicurare anche io che con Banca Cerea, che ringrazio per aver trovato gli acquirenti, è stato tutto definito. La nuova cordata avrà il 69% delle quote mentre il restante 31% sarà acquistato nei prossimi giorni (questa percentuale sarà rilevata da Navarra, ex presidente del Frosinone, ndr)". 

Ventuno anni di presidenza Spinelli, dalla Uefa all'ultima retrocessione

Le possibilità che Spinelli resti nella nuova società sono praticamente zero: "Mi è stato proposto più volte - sottolinea -, ma la nostra intenzione è quella di lasciare completamente il Livorno. La mia famiglia, dopo 21 anni, ha concluso". Un'ultima battuta sui nuovi imprenditori: "Ho sempre detto che volevo lasciare la società in mani buone e così è stato. Queste persone sono serie e affidabili con idee chiare. Adesso per me è arrivato il momento di congedarmi". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Livorno venduto, l'addio di Spinelli: "Abbiamo chiuso, non rimarremo nella nuova società"

LivornoToday è in caricamento