Cessione Livorno: Yousif chiede tempo, Spinelli concede altre tre settimane. Ultimatum a fine marzo

Il Ceo di Share'nGo avrebbe chiesto all'attuale proprietà di poter formulare l'offerta per l'acquisto della società al termine del campionato, ricevendo però il rifiuto della famiglia genovese. Si tratta ancora, ma non oltre la fine del mese

Nuovo stop nella trattativa tra la famiglia Spinelli e Majd Yousif. Se a inizio febbraio sembrava che le due parti fossero vicine a chiudere l'accodo, con l'imprenditore libanese pronto a incontrare gli avvocati della società ai quali presentare anche una bozza di contratto, nel pomeriggio del 10 marzo ecco la frenata. Il Ceo di Share'nGo, tramite una persona di fiducia, avrebbe infatti contattato Spinelli chiedendo se fosse possibile allungare i tempi della trattativa, per poi formulare l'offerta di acquisto dell'intero pacchetto azionario a fine campionato

Cessione Livorno, Spinelli: "Il sindaco rilevi i nomi degli altri imprenditori interessati"

Il presidente, che a inizio mese si era detto disponibile ad aspettare Yousif purché si facesse vivo e presentasse le garanzie necessarie a copertura delle fideiussioni, non avrebbe però accettato la proposta. Al tempo stesso, però, non avrebbe neanche definitivamente chiuso la porta in faccia all'imprenditore libanese, "allungando" anzi l'ultimatum per il closing a fine marzo. Se entro quella data Yousif dimostrerà di avere le garanzie necessarie per diventare il nuovo proprietario della società, allora il discorso verrà ripreso, altrimenti non sarà più considerato un soggetto interessato all'acquisto del Livorno calcio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Al momento, dopo l'annunciata partenza a razzo, la trattativa starebbe dunque attraversando un'ulteriore fase di stallo. E la richiesta di Yousif di rimandare ulteriormente l'eventuale closing non fa ben sperare in prospettiva futura. A maggio, con il Livorno condannato alla serie C, ci piacerebbe avere un presidente - Yousif, Spinelli, chiunque - che avesse già in mente come programmare la prossima stagione. Quello che al Livorno manca ormai da un troppo tempo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Livorno, morto il primo paziente risultato positivo al Covid-19: aveva 55 anni, era ricoverato da 25 giorni

  • Coronavirus Livorno, file ordinate ai supermercati e spesa a domicilio: ecco i negozi che consegnano a casa

  • Coronavirus, è morto Paolo D’Ercole: ex portiere di calcio e dipendente Aamps, aveva 69 anni

  • Coronavirus: 12 nuovi positivi a Livorno, 224 in Toscana. Il bollettino di venerdì 27 marzo

  • Coronavirus, un morto a Cecina e 35 nuovi casi tra Livorno e provincia: il bollettino di lunedì 30 marzo

  • Coronavirus, lo studio: Toscana ultima regione italiana a fermare la diffusione dei contagi

Torna su
LivornoToday è in caricamento