rotate-mobile
/~shared/avatars/7041459969675/avatar_1.img

Giuseppe

Rank 0.0 punti

Iscritto lunedì, 28 febbraio 2022

Livorno, la lettera del sindaco in previsione di forti piogge : "Alziamo tutti il livello di allerta"

"Esistono leggi e comportamenti atti a limitare il danno eventuale,ma vengono metodicamente elusi.
Il taglio delle erbe di prati,argini e bordo strada ,ormai da decenni, non e seguito dalla raccolta dello sfalcio con conseguenza che questo diventa facile innesco per incendi e crea tappi in caso di pioggia. La legge invece, prevede che i proprietari di fondi agroforestali devono provvedere ad adottare sistemi atti a limitare il rischio incendio e idrogeologico. Non viene fatto nulla. Siepi che strabordano sulla carreggiata, campi incolti che con la siccità sono delle mine vaganti, scarpate e fossati abbandonati a se stessi .
Era prassi normale che immediatamente dopo la mietitura si arasse quantomeno la fascia prospicente le strade, proprio per evitare che il "classico mozzicone" potesse causare un incendio. In Città idem. Aiuole e pratini dopo il taglio si presentano con strati di sfalcio secco destinato a ostruire le griglie di scarico delle acque meteoriche oltre ad essere brutto a vedersi e facilmente infiammabile."

1 commenti

Forte odore di gas ad Ardenza e Livorno sud, ancora un centinaio di segnalazioni ad Asa e vigili del fuoco

"Potrei anche sbagliare,ma mi risulta che il metano naturale sia praticamente privo di odore e che venga aggiunto un prodotto deodorante solo nella fase precedente all'immissione nella rete a bassa pressione per ragioni ovvie di sicurezza. In teoria quindi quello trasportato dalle metaniere non dovrebbe avere odore. Ma sicuramente ASA saprà dare una info più precisa."

2 commenti

Porto, sequestrate 22 tonnellate di cereali trattati con pesticida: erano destinati alla vendita al dettaglio

"Contro la fame vince la moda. La maggior parte delle persone che consumano alimenti senza glutine non ne hanno affatto necessità ( molti sono convinti che facciano ingrassare meno), mentre in Etiopia c'è gente che non trova di che cibarsi. E soprattutto, da quanti anni si importa questa porcheria ? L' uso del prodotto incriminato è vietato in Europa, e magari è proprio da noi che si produce!!"

1 commenti

Livorno, la lettera del sindaco in previsione di forti piogge : "Alziamo tutti il livello di allerta"

"Esistono leggi e comportamenti atti a limitare il danno eventuale,ma vengono metodicamente elusi.
Il taglio delle erbe di prati,argini e bordo strada ,ormai da decenni, non e seguito dalla raccolta dello sfalcio con conseguenza che questo diventa facile innesco per incendi e crea tappi in caso di pioggia. La legge invece, prevede che i proprietari di fondi agroforestali devono provvedere ad adottare sistemi atti a limitare il rischio incendio e idrogeologico. Non viene fatto nulla. Siepi che strabordano sulla carreggiata, campi incolti che con la siccità sono delle mine vaganti, scarpate e fossati abbandonati a se stessi .
Era prassi normale che immediatamente dopo la mietitura si arasse quantomeno la fascia prospicente le strade, proprio per evitare che il "classico mozzicone" potesse causare un incendio. In Città idem. Aiuole e pratini dopo il taglio si presentano con strati di sfalcio secco destinato a ostruire le griglie di scarico delle acque meteoriche oltre ad essere brutto a vedersi e facilmente infiammabile."

1 commenti

Forte odore di gas ad Ardenza e Livorno sud, ancora un centinaio di segnalazioni ad Asa e vigili del fuoco

"Potrei anche sbagliare,ma mi risulta che il metano naturale sia praticamente privo di odore e che venga aggiunto un prodotto deodorante solo nella fase precedente all'immissione nella rete a bassa pressione per ragioni ovvie di sicurezza. In teoria quindi quello trasportato dalle metaniere non dovrebbe avere odore. Ma sicuramente ASA saprà dare una info più precisa."

2 commenti

Porto, sequestrate 22 tonnellate di cereali trattati con pesticida: erano destinati alla vendita al dettaglio

"Contro la fame vince la moda. La maggior parte delle persone che consumano alimenti senza glutine non ne hanno affatto necessità ( molti sono convinti che facciano ingrassare meno), mentre in Etiopia c'è gente che non trova di che cibarsi. E soprattutto, da quanti anni si importa questa porcheria ? L' uso del prodotto incriminato è vietato in Europa, e magari è proprio da noi che si produce!!"

1 commenti
LivornoToday è in caricamento