Ardenza, salvato un piccolo polpo rimasto incastrato in una bottiglia di plastica. Video

A fare la scoperta e liberare l'animale è stato Simone Guerrieri, fondatore dei Pirati della Plastica

Una normale battuta di pesca subacquea si è conclusa con la liberazione di un piccolo polpo rimasto incastrato dentro una bottiglia di plastica sui fondali del mare in zona Ardenza. Simone Guerrieri, fondatore dei Pirati della plastica, come fa sempre al termine di ogni immersione si è messo in cerca di rifiuti lasciati abbandonati in fondo al mare e, ad un tratto, ha visto sbucare tra gli scogli una bottiglia. Una volta avvicinatosi ha notato anche al suo interno vi era un polpo che non riusciva più ad uscire. Guerrieri non ci ha pensato un attimo e, in poco tempo, è riuscito a salvare l'animale che così ha potuto riprendere a nuotare liberamente. 

"Con questo video - le sue parole - vorrei sensibilizzare tutte le persone, sia chi lascia i rifiuti a terra o in mare sia chi come me pratica la pesca subacquea. Vorrei chiedere a tutti una maggiore attenzione nel gettare la plastica in acqua perchè poi accadono eventi come questo. Ai pescatori chiedo invece di raccogliere la plastica e altri rifiuti che notano nel mare: in questo modo aiutiamo sia la natura che gli animali".

Si parla di

Video popolari

Ardenza, salvato un piccolo polpo rimasto incastrato in una bottiglia di plastica. Video

LivornoToday è in caricamento