Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Esplosione in via Garibaldi, l'identikit del presunto attentatore: "Carnagione chiara, piumino scuro e cappello di lana". Video

Parla la titolare di un bar nelle vicinanze del bazar incendiato: "Vestito con abiti invernali, per questo mi sono insospettita"

 

"Mi sono insospettita perché aveva un piumino scuro e un cappello di lana, non proprio un abbigliamento estivo". Inizia così il racconto di Sara, titolare del Bar Caffé Rayan e testimone di quanto accaduto in via Garibaldi, dove intorno alle 13 di venerdì 7 agosto è stata avvertita una forte esplosione all'interno del bazar "Il Mercatino". Secondo la sua versione, confermata da molte altre fornite anche alla polizia dai passanti in zona, un uomo di carnagione chiara, vestito con abiti invernali, si sarebbe avvicinato al negozio gestito da imprenditori cinesi, lanciato dentro qualcosa e poi fuggito a piedi in via della Campana. Un attentato incendiario la cui ipotesi, insieme ad altre, è al momento al vaglio degli inquirenti. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
LivornoToday è in caricamento