rotate-mobile

Svs, partiti gli aiuti per la popolazione ucraina: "La raccolta continua, servono farmaci"

Dalla sede di via San Giovanni un sostanziale contributo per le persone in fuga dalla guerra. Cantini: "Generi alimentari, coperte, cibo per animali, farmaci: ecco cosa ci è stato richiesto"

Prosegue la raccolta di generi di prima necessità da parte delle associazioni del territorio in favore della popolazione ucraina martoriata dalla guerra. Un aiuto sostanziale arriva dalla sede Svs in via San Giovanni, dove in settimana i volontari hanno suddiviso e preparato 58 scatoloni pronti per essere portati al magazzino Anpas a Galleno (Pistoia), centro di smistamento dal quale partiranno gli aiuti alla volta del centro raccolta di Cluj-Napoca, in Romania, per essere poi distribuiti ai profughi.

image-3

"Alimenti, coperte, cibo per animali e farmaci: sono questi i prodotti che ci sono stati richiesti - spiega Francesco Cantini, direttore Svs -. Abbiamo attivato la raccolta nella nostra sede e chiunque può lasciare qui quello che può essere di aiuto alla popolazione". I primi furgoni sono partiti questa mattina, sabato 19 marzo, con molto cibo per animali, grazie all’impegno del Pet Market e di tanti privati cittadini, numerose coperte e diversi generi alimentari, alla cui raccolta ha collaborato attivamente l’Associazione 'Oltre per Livorno'. "Da segnalare - fanno invece sapere dalla Svs - la scarsa presenza di farmaci da banco, come antinfiammatori, antipiretici ecc., che crediamo invece essere molto utili".

La campagna continuerà anche nei prossimi giorni: "Invitiamo i cittadini a selezionare con cura il materiale richiesto, come riportato nel volantino. I beni possono essere consegnati ai volontari dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 19, mentre il sabato solo la mattina sempre con orario 9-13".

Video popolari

Svs, partiti gli aiuti per la popolazione ucraina: "La raccolta continua, servono farmaci"

LivornoToday è in caricamento