Canaviglia, Nada ricorda le sue radici: "Non mi sono mai allontanata dalla mia casa"

L'artista è stata premiata, insieme a Bobo Rondelli, dal comune di Livorno e per l'occasione ha omaggiato il luogo in cui è cresciuta

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...
 

Bobo Rondelli e Nada sono stati premiati, nella sala cerimonie del comune di Livorno, con la Canaviglia per aver dato lustro alla città con le proprie opere. La cantante, durante la premiazione, ha voluto rendere omaggio alla sua città: "Qui è dove sono cresciuta e dove la mia mamma veniva a lavorare. Quando mi hanno proposto questo premio non ho potuto fare a meno di accettare". Per l'occasione, Nada ha voluto leggere una pagina di un suo scritto che ricorda il suo luogo di nascita: "Non mi sono mai allontanata da quelle case al Gabbro. Lì ci sono i miei cari che quasi tutti hanno lasciato da tempo la terra e la memoria me li restituisce. Nonostante sia stata strappata da quella terra, le mie radici rimangono sempre là". 

Potrebbe Interessarti

  • Elezioni comunali, Salvetti sindaco: "Bella Ciao" al momento dell'incontro con Romiti

  • Elezioni comunali, Salvetti sindaco e in Comune parte il coro "Livorno antifascista"

  • Salvetti sindaco, la dedica musicale di Rondelli e Lenzi tra comunismo perduto e nuova sinistra

  • Maturità 2019, gli studenti livornesi dopo la prima prova scritta: "Tracce inaspettate"

Torna su
LivornoToday è in caricamento